Discarica di rifiuti scoperta nell’area archeologica di Siponto, 4 denunciati

0
1089

Tre aree a ridosso della zona archeologica protetta di Siponto, nel Foggiano, in cui erano smaltiti rifiuti speciali, sono state sequestrate dai carabinieri di Bari e Foggia.

Una scoperta che è avvenuta ieri e che ha determinato l’immediato intervento dei Carabinieri dell’11° Reggimento di Puglia  e dei Carabinieri  di Manfredonia specializzati alla Tutela Ambientale, Forestale e Agro Alimentare. Il capitano Miggiano, comandante della Compagnia CC di Manfredonia, riferisce che si procederà alle operazioni di scavo dei terreni per verificare la presenza di eventuali materiali nocivi nel sottosuolo. Quel che è certo è che sono stati trovati di scarti di olio combustibile. Nessuno sino a ieri ha visto e segnalato, nonostante la zona sequestrata sia a ridosso della chiesa paleocristiana,  meta di turisti e curiosi anche per gli ultimi progetti realizzati e all’avanguardia .

Sarebbe stata una pattuglia di carabinieri di Bari a notare un rogo e  colonne di fumo.  I militari hanno denunciato a piede libero per varie violazioni ambientali quattro proprietari dei poderi su cui si trovano i rifiuti, tra questi un uomo che aveva dato fuoco ad una catasta di lastre di eternit e ad alcuni elettrodomestici. I reati contestati sono di violazione delle norme ambientali ed esercizio di discarica abusiva.

Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO