Università di Bari, scoperto nuovo gene malattie cellulari

0
551
20060725 - ROMA - FaBioCell-TUMORI, IN ITLIA LA FABBRICA DI VACCINI PERSONALIZZATI - Un analista nei laboratori FaBioCel inaugnurati la settimana scorsa presso l'ISS. FaBioCell e' il primo laboratorio pubblico dedicato alla produzione di farmaci antitumorali personalizzati e per questa ragione sara' in grado di offrire un servizio capace di tradursi in terapie per tutti, in analogia con quanto fatto dal Premio Nobel Ernst Boris Chain, nel 1948 relativamente alla produzione di penicillina localizzata proprio presso l'Iss " . Lo studio e' ancora in fase sperimentale, i vaccini non saranno disponibili prima di 6/8 mesi. I primi bersagli dei farmaci prodotti nel laboratorio riguarderanno solo il melanoma allo stadio avanzato, tumore della prostata e del colon e sara' sperimentato su un gruppo ristretto di pazienti. CLAUDIO PERI/ANSA

Ricercatori del Dipartimento di Bioscienze, Biotecnologie e Biofarmaceutica dell’Università di Bari, diretto in questo progetto da Anna De Grassi, ha dimostrato che è possibile scoprire nuovi meccanismi genetici alla base di malattie mitocondriali anche in casi unici, avvalendosi di tecnologie di nuova generazione e di un metodo di analisi messo a punto dal gruppo stesso.

 

L’efficacia del metodo barese è stata dimostrata dalla scoperta di un nuovo gene-malattia, chiamato SLC25A10, che i ricercatori hanno dimostrato per la prima volta essere la causa dell’insorgenza di una severa encefalopatia epilettica mitocondriale. I risultati della ricerca, pubblicati sulla rivista Human Molecular Genetics ed ottenuti in collaborazione con la St. John’s University, il CNR, l’Istituto Besta e l’ospedale Meyer, costituiscono sia la base per nuovi studi sulla funzione di SLC25A10 che nuove possibilità di diagnosi genetica personalizzata per i numerosi pazienti affetti da queste malattie.

ansa

redazione

LASCIA UN COMMENTO