Lancia sassi da un cavalcavia, a Bari arrestato un 18enne

0
869
Un carabiniere tiene in mano due dei ''sampietrini'' lanciati dal romeno di 29 anni, senza fissa dimora, poi arrestato per tentato omicidio e attentato alla sicurezza dei trasporti, 24 giugno 2013. Il romeno stava lanciando dei "sampietrini", del peso di un chilo e del diametro di oltre 10 centimetri, da un cavalcavia che sovrasta il tratto autostradale della diramazione Roma sud dell'A1, tra gli svincoli di San Cesareo e Monte Porzio Catone. In seguito ad una segnalazione al "112", una pattuglia della stazione di San Cesareo in servizio in zona é riuscita a bloccare il romeno mentre stava scagliando l'ennesima pietra. Accanto all'uomo, i militari hanno trovato quattro pietre, mentre altre due erano al margine della corsia di marcia dell' autostrada. ANSA/ CARABINIERI +++ NO SALES - EDITORIAL USE ONLY +++

Avrebbero lanciato sassi da un cavalcavia, a Bari, danneggiando il parabrezza di una vettura in transito: per questa ragione i Cc hanno arrestato, in flagranza di reato, un giovane di 18 anni, e denunciato un ragazzo di 14 anni per tentativo di omicidio, danneggiamento del veicolo e attentato alla sicurezza dei trasporti.

L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio, all’altezza del centro commerciale Auchan. Alla centrale del 112 è giunta la telefonata di un automobilista il quale ha raccontato che stava percorrendo la statale assieme alla compagna quando si è accorto della presenza di due giovani affacciati dal cavalcavia. Poi un lampo improvviso, forse prodotto dal flash di un telefonino, e un forte boato quindi la lesione sul parabrezza del loro veicolo provocata da un sasso di medie dimensioni. L’uomo è sceso dal mezzo riuscendo a raggiungere i due giovani e a bloccare il più grande, di 18 anni, bracciante agricolo, ora ai domiciliari. Poco dopo è stato identificato anche il 14enne che è stato denunciato.

ansa

redazione

LASCIA UN COMMENTO