Bari, “Periferie Aperte”: arrivano i fondi

0
1280

E’ giunta nella Città Metropolitana di Bari la prima tranche (20%) dei 41 milioni di euro finanziati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per la partecipazione al Bando “Periferie Aperte”.

Programmi ambiziosi che si sviluppano attraverso 37 interventi strategici di riqualificazione dello spazio pubblico in 36 Comuni. Il progetto complessivo prevede la riqualificazione di 11 piazze, la creazione di 17 parchi urbani polifunzionali, il rafforzamento del greening urbano in 18 Comuni, 11 nuove aree sportive attrezzate, l’implementazione di nuovi dispositivi di sorveglianza e gestione della sicurezza in 17 Comuni, la riqualificazione di 9 vettori di mobilità ciclo pedonale, per un totale di 2 milioni di metri quadri di superficie riqualificata e riconvertita.

Abbiamo scelto di lavorare in rete, con tutti i sindaci del territorio, dando voce alle esigenze e ai bisogni di ogni singola comunità intenzionata a creare sinergia stando insieme agli altri”. E’ quanto affermato dal sindaco metropolitano Antonio Decaro, da tempo attento ai bisogni delle periferie.

Per Michele Laporta, ex sindaco di Cellamare e delegato al Bilancio e Programmazione della Città Metropolitana, ” i finanziamenti rappresentano una opportunità di rilancio e di valorizzazione degli spazi per i Comuni”. 

A Bari saranno previsti interventi in zone periferiche sensibili, quali  il quartiere Libertà e il San Paolo.

Queste le cifre riportate nella determina con le quote assegnate ad ogni singolo Comune della città Metropolitana: Adelfia (quota totale 450.000,00 £.), Altamura (1.400.000,00 £), Binetto (135.000,07 £), Capurso (350.000,00 £) Cassano delle Murge (400.000,00 £), Cellamare ( 380.000,00 £), Corato (1.000.000,00 £ – CMB 16.01), Corato (300.000,00 £ CMB 16.02), Corato (150.000,00 £, CMB 16.03), Gioia del Colle ( 650.000,00 £), Giovinazzo (200.000,00 £), Grumo Appula (600.000,00 mila £), Locorotondo (400.000,00 £), Mola di Bari (815.454, 69 £), Monopoli (1.400.000, 00 £), Noci (450.000,00 £), Palo del Colle (735.000,00 £), Polignano a Mare (500.000,00 £), Rutigliano (500.000,00 mila £), Ruvo di Puglia (806.954, 93 £), Terlizzi (400.000,00 £), Triggiano (720.000,00 £).

In foto Antonio Decaro, sindaco città Metropolitana di Bari e Michele Laporta, delegato al Bilancio e Programmazione.

Antonio Carbonara

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO