Corpo in mare a Castro nel leccese, forse di un avvocato 54enne di origini albanesi

0
735
L'ingresso nel porto di Bari del traghetto 'Francesca' partito da Bari e diretto a Durazzo a bordo del quale si è verificato un incendio poi tenuto sotto controllo e spento dall'equipaggio, 13 maggio 2015. ANSA/ LUCA TURI

 Potrebbe appartenere a Besnik Muço, avvocato 54enne di origini albanesi residente a Macerata, ex procuratore generale di Tirana, il corpo recuperato 12 giorni fa nelle acque di Castro (Lecce). Muço era scomparso lo scorso 6 novembre.

 

Al momento si tratta solo di un’ipotesi investigativa in attesa che la magistratura disponga l’esame del Dna sul corpo che, a causa delle mareggiate e del continuo sbattere contro gli scogli, è rimasto orribilmente mutilato.
Il legale, il 2 novembre scorso, si sarebbe dovuto imbarcare sul traghetto della linea Adria Ferries che da Durazzo era diretto a Bari. Avrebbe fatto il check-in e poi, dalle ore 23, il suo cellulare è stato spento e da quel momento nessuno è più riuscito a mettersi in contatto con lui. Secondo gli investigatori, tempi e luogo del ritrovamento sarebbero compatibili con l’ipotesi che si possa trattare proprio del legale albanese.

ansa

cronaca

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO