Laura Boldrini al Liceo Cartesio di Triggiano

0
1381
Il presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini in u'immagine del 20 Maggio 2013. "Per ogni fabbrica che chiude e per ogni impresa che trasferisce la produzione all'estero, centinaia di famiglie precipitano nel disagio sociale e il nostro sistema economico diventa più povero e più debole nella competizione internazionale".Lo scrive Laura Boldrini all'ad di Fiat,Marchionne parlando della crisi economica italiana. ANSA/ELISABETTA BARACCHI

Come si possono coniugare le sfide imposte dal terrorismo con un modello di Europa aperta al dialogo tra gli Stati? Risposta difficile, ancor più dopo il tragico bilancio degli attentati che in questi mesi hanno sconvolto l’Europa. Nuovi spunti di riflessione sul tema emergono dalle pagine del saggio di Laura Boldrini, “La comunità possibile” (Marsilio Editore), che sarà presentato venerdì 10 novembre alle 18 nell’Auditorium dei Licei Cartesio di Triggiano (BA). L’incontro, introdotto dal sindaco di Triggiano, Antonio Donatelli, prevede gli interventi della dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia Anna Cammalleri, della direttrice artistica del Libro Possibile Rosella Santoro, della dirigente scolastica dei Licei Cartesio Maria Morisco e degli studenti dell’istituto.

 

Nel nuovo appuntamento della rassegna ‘Il Libro Possibile Winter’ – in collaborazione con i Comuni di Triggiano, Capurso, Cellamare e Gioia del Colle – la presidente della Camera dei Deputati racconta al pubblico dell’Auditorium il suo modello di comunità europea. Una rappresentazione geopolitica basata sull’apertura, con l’obiettivo di combattere la sfiducia e il disagio sociale crescente tra le popolazioni, trampolino di lancio per la crescita di movimenti populisti, nazionalisti e xenofobi.

Scritto in occasione del 60esimo anniversario dei Trattati di Roma, il saggio descrive i luoghi-simbolo della crisi e traccia la propria idea di percorso verso un coraggioso processo di integrazione politica europea, capace di impedire il malaugurato ritorno alle ‘piccole patrie’, contraddistinte dalla chiusura delle frontiere nazionali. “Quella che abbiamo davanti è la Ue del liberismo – ha spiegato in una recente intervista al Corriere della Sera -. Dobbiamo creare l’Europa della tripla A del sociale. Il rischio è di rimanere impantanati, di non andare avanti. Bisogna assumersi dei rischi. In concreto? Un governo europeo che coinvolga i cittadini. Una Costituzione europea. Elezioni davvero transnazionali con liste e simboli uguali in tutti i Paesi dell’Unione”.

L’incontro con la comunità studentesca a Triggiano ha un significato preciso, ripreso anche tra le pagine del saggio. “La comunità possibile” è infatti dedicato al “futuro dei giovani, che possano vivere in un’Europa di pace, benessere e libertà”. Sono proprio i ragazzi a doversi fare promotori del modello di integrazione politica europea, ispirato ai valori del dialogo e dell’aiuto reciproca. Un obiettivo oggi raggiungibile, come ricorda la presidente della Camera, solo se riesce a “difendersi dalla disinformazione e dall’odio che dilagano”.

L’appuntamento è quindi per venerdì 10 novembre alle 18 nell’Auditorium dei Licei Cartesio di Triggiano. L’evento è gratuito e a ingresso libero.

Ufficio stampa Libro Possibile

redazione

LASCIA UN COMMENTO