Stagione Concertistica 2017 al Petruzzelli di Bari: di scena Patrick Gallois (flauto) e Irina Zaharenkova (pianoforte)

0
1041

Lunedì 6 novembre alle 20.30 al Teatro Petruzzelli è in programma un nuovo appuntamento della Stagione Concertistica 2017.

 

Di scena due artisti d’eccezione: Patrick Gallois (flauto) e Irina Zaharenkova (pianoforte) che proporranno un programma dedicato a Fantaisie Pastorale Hongroise, op. 26 di Franz Doppler (1821-1883), Sonata Undine per flauto e pianoforte, op. 167 di Carl Reinecke (1824-1910), Cinq piecès étranges, per flauto e pianoforte di Jacques Desbrière (1925), Sonata per flauto e pianoforte, FP 164 di Francis Poulenc (1899-1963) e Fantaisie Brillante sur “Carmen”, Opéra en quatre actes de Georges Bizet di François Borne (1840-1920).

 I biglietti sono in vendita al botteghino del Teatro Petruzzelli e on line su www.bookingshow.it.

Informazioni: 080.9752810.

 

 Patrick Gallois, flauto

 Patrick Gallois appartiene alla nuova generazione di musicisti francesi acclamati in tutto il mondo e si è affermato sia come solista che come direttore d’orchestra.

Ammesso al Conservatorio di Parigi a 17 anni nella classe di Jean-Pierre Rampal, a 21 anni è diventato Primo Flauto dell’Orchestre National de France, con Lorin Maazel come Direttore Musicale. Ha quindi iniziato una carriera che lo ha portato a suonare ed incidere con i più celebri direttori d’orchestra del momento tra i quali Leonard Bernstein, Seiji Ozawa, Pierre Boulez, Karl Bohem, Eugene Jochum, Sergiu Celibidache. Durante questo periodo ha studiato con Leonard Bernstein e Sergiu Celibidache.

Nel 1984 ha deciso di dedicarsi soprattutto alla carriera solistica che lo ha portato in tutto il mondo a partire dal Giappone dove, sono in un anno, la sua incisione dei Concerti di Mozart ha venduto oltre 100,000 copie. Questo successo straordinario ha portato al contratto in esclusiva con la Deutsche Grammophon.

Viene invitato regolarmente dalle più prestigiose orchestre e festival in Europa e Asia ed effettua tournée in Germania, Giappone e Israele. Insegna alla prestigiosa Accademia Chigiana di Siena e al Banff Centre for the Arts in Canada.

Da oltre 12 anni la sua carriera si sviluppa anche nella direzione d’orchestra con il contratto in esclusiva con la Naxos. Patrick Gallois è stato Direttore Musicale della Sinfonia Finlandia Jyväskylä per nove anni, effettuando tournée in Francia, Polonia, Giappone, Spagna, Germania, e incidendo oltre 40 CD per la Naxos fra cui le prime Sinfonie di Haydn, Mauricio Kagel e Peteris Vasks. Nel 2014 sono usciti i dischi dedicati ai balletti di Massnet con l’Orchestra Sinfonica di Barcellona, ai concerti per pianoforte di Mozart con Idil Biret e i London Mozart Players mentre in febbraio 2015 tutte le Sinfonie di Michael Haydn con la Czech Chamber Orchestra.

Il repertorio di Gallois è estremamente vario, con una forte inclinazione per la musica contemporanea. Ha eseguito in prima mondiale diversi concerti, fra cui il Concerto n.2 di Eric Tanguy e il Concerto di Sallinen. Esegue regolarmente il Concerto di Rautavaara, e i Concerti di Takemitsu e Penderecki. Gli sono state dedicate molte nuove composizioni, tra cui il Concerto per flauto di Kristof Maratka, il Concerto n. 2 per flauto di Marcel Landowski, il Concerto per flauto ed arpa di Renaud Gagneux, i Concerti di Jacques Desbrière, Kristos Hartsis e Kai Nieminen.

 

Irina Zaharenkova, pianoforte

Nata nel 1976 a Kaliningrad, Russia, ha iniziato i suoi studi musicali a 4 anni, sotto la guida di sua madre.

In seguito si è trasferita con la famiglia a Tallinn in Estonia, dove ha studiato al Georg Ots Music College con Mare Ots.

Ha frequentato poi l’Accademia di Musica Estone studiando pianoforte con Lilian Semper e clavicembalo con Maris Valk-Falk. Nel 2003 ha conseguito la laurea, ma prosegue ancora oggi il perfezionamento con gli stessi insegnanti.

Ha partecipato a numerosi seminari e masterclass, tenuti tra gli altri da S. Kovacevich, A. Hewitt, A. Schiff, V. Merzhanov, M. Bilson, H. Dreyfus, P. Hantaï. È vincitrice di molti concorsi, tra cui: 2° premio e Premio speciale al Concorso Pianistico Internazionale “Iurlionis” a Vilnius; si è classificata al primo posto al Premio Internazionale di Pianoforte di Jaén in Spagna; 3° premio al “Festival van Vlaanderen” di Bruges in Belgio; 2° premio all’Epinal International Piano Competition in Francia; 3° premio al Concorso Internazionale di Clavicembalo di Praga; 1° premio al Concorso Internazionale “G. Enescu” di Bucarest; 3° premio al Concorso Internazionale di Ginevra; 1° premio al Concorso “Alessandro Casagrande” di Terni; 1° premio al Concorso internazionale “Bach” a Leipzig. Ha vinto inoltre il Borletti-Buitoni Trust Fellowship Award. Nel 2008 è stata vincitrice del Concorso “Arthur Rubinstein” di Tel Aviv.

Irina Zaharenkova è una delle più importanti pianiste della nuova generazione di artisti estoni. Estremamente versatile, tiene spesso concerti da solista di pianoforte e clavicembalo e di musica da camera.

Da solista si è esibita con molte prestigiose orchestre come l’Orchester de la Suisse Romande, Orchester National de Lorraine, la Filarmonica Israeliana, Orchestra della Città di Helsinki, Orchestra di Praga e Sinfonia Finlandia con le quali si è esibita in diversi festival, come il Klavier-Festival Ruhr in Germania, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Kuhmo Chamber Music Festival, Bergen International Festival e molti altri. Ha collaborato con direttori come Juha Kangas, Dmitri Aleksejev, Leif Segerstam e Patrick Gallois.

Grazie al suo vasto repertorio che va dal barocco al contemporaneo, e alla versatilità che dimostra sia al clavicembalo che al fortepiano, è entrata a far parte di varie orchestre ed ensemble di musica barocca.

Oltre all’intensa attività concertistica, insegna Pianoforte all’Accademia di Musica e Teatro in Estonia.

Nel 2010 è stato pubblicato da Estonian Record Productions un DVD dal vivo di un suo recital tenuto al Glasperlenspiel Festival di Tartu, in Estonia, nel quale si è esibita al clavicembalo, al fortepiano e al pianoforte moderno.

redazione

 

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO