Bari: la Procura chiede il rinvio a giudizio per Berlusconi e Lavitola

0
479
Foto presa da www.presidencia.gob.pa (sito del governo di Panama) in cui si vede Silvio Berlusconi (D), in visita ufficiale nella Repubblica centroamericana nel giugno 2010, con il presidente di Panama Ricardo Martinelli (C) e Valter Lavitola (S). ANSA / WWW.PRESIDENCIA.GOB.PA +++NO SALES - NO ARCHIVE - NO INTERNET - EDITORIAL USE ONLY+++

La Procura di Bari ha chiesto formalmente il rinvio a giudizio di Silvio Berlusconi e Valter Lavitola al termine della requisitoria nell’udienza preliminare in cui l’ex presidente del Consiglio e il faccendiere napoletano sono imputati per induzione a mentire.

In particolare i pm Eugenia Pontassuglia (che in passato ha coordinato l’indagine barese sulle escort e oggi è alla DNA) e Pasquale Drago, hanno chiesto che Berlusconi e Lavitola vengano processati per aver pagato Gianpaolo Tarantini perché mentisse ai magistrati baresi sulle escort portate nelle residenze estive dell’ex premier fra il 2008 e il 2009 e sui suoi interessi in Finmeccanica. Dopo la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura e la discussione della parte civile costituita, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’udienza, che si sta celebrando dinanzi al gup del Tribunale di Bari è stata rinviata al prossimo 25 ottobre per la difesa di Lavitola e al 20 novembre per la discussione dei difensori di Berlusconi e per sentenza.

ansa

redazione

LASCIA UN COMMENTO