Brindisi: accoltellò a morte l’amante, torna in cella

0
519
L'auto di Angelo Radatti, imprenditore di 57 anni, ucciso con 87 coltellate dalla sua amante Anna Maria Lombardi, 42enne di Apricena (Foggia), 27 dicembre 2013. ANSA/UFFICIO STAMPA CARABINIERI ++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

Per scontare un residuo di pena di 14 anni è stata condotta nel carcere di Lecce Anna Maria Lombardi, la 46enne di Apricena (Foggia) che nel 2013 uccise in paese Angelo Radatti, uomo con cui aveva una relazione. La donna, che a quanto venne appurato sferrò all’uomo 87 coltellate, si trovava in una comunità di Latiano (Brindisi) dove i carabinieri le hanno notificato l’ordine di carcerazione in virtù di una sentenza di condanna per omicidio volontario, diventata ormai definitiva. Secondo quanto accertato, si trattò di un delitto d’impeto, seguito alla decisione della vittima di non lasciare la moglie, dopo che la relazione extraconiugale andava avanti da 10 anni.

ansa

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO