Bari: al via la la quarta edizione di Puglia Wellness Festival

0
576

Dal 22 al 24 settembre si terrà a Bari, al Fortino S. Antonio, la quarta edizione di Puglia Wellness Festival: pratiche olistiche, conferenze, stage, workshop, cibi naturali, arti marziali, spettacoli, aree benessere ed aree espositive.

 

 

 

 

Promossa dall’Accademia Italiana Discipline Bionaturali (A.I.DI.Bio) e realizzata con il sostegno dell’assessorato allo Sport del Comune di Bari e con il patrocinio della Regione Puglia, la Città metropolitana di Bari, la Camera di Commercio di Bari, l’Università Aldo Moro e del dipartimento nazionale di Scienze dello stile di vita, l’iniziativa è stata presentata a Palazzo di città alla presenza dell’assessore allo Sport e all’Ambiente Pietro Petruzzelli e dei promotori dell’evento Michele Giannuzzi, direttore artistico PWF, Alberto Scattarelli, presidente A.I.DI.Bio., Accademia Italiana Discipline Bionaturali, l’avvocato Romina Centrone, Affari legali ed istituzionali PWF.

 

“Da qualche tempo come amministrazione comunale  ha dichiarato Pietro Petruzzelliabbiamo scelto di associare sempre il concetto di sport a quello di benessere, intendendo l’attività sportiva come pratica necessaria alla salute e a uno stile di vita sano. Si tratta di un principio che vale per tutti, ad ogni età, ed è per questo che il nostro impegno è quello di elevare il tasso di sportivizzazione dei baresi. Il Puglia Wellness Festival è perfettamente in linea con questa visione che individua nell’armonia tra corpo e mente una delle chiavi per il benessere della nostra comunità, e sono certo che questa nuova edizione vedrà una grande partecipazione di pubblico”.

 

Giunto alla quarta edizione, il Puglia Wellness Festival racchiude il concetto strategico delle discipline bio-naturali, che consistono in attività pratiche che hanno per finalità il mantenimento di recupero dello stato di benessere della persone. È questa la direttrice dell’Accademia Italiana Discipline Bionaturali (A.I.DI.Bio.), che attraverso il presidente Alberto Scattarelli evidenzia “il valore formativo del Puglia Wellness Festival che da quattro anni porta il benessere nelle piazze delle nostra regione e che in questa edizione barese rafforza la propria offerta attraverso appuntamenti che abbracciano la divulgazione, la promozione e la concretizzazione delle materie olistiche. Questo evento si svilupperà in tre giornate nelle quali Bari diventa la capitale italiana del benessere, accogliendo esperti che tracceranno un percorso che guarda alla prevenzione ed alla cura integrata delle malattie. Ogni appuntamento è gratuito e mira ad aprire le mente sulla propria attitudine olistiche e dunque al poter riuscire a godere del proprio essere”.

 

Michele Giannuzzi, direttore artistico del Puglia Wellness Festival evidenzia la sinergia con gli enti pubblici come il Comune e l’Università di Bari, “che guarda alla sportivizzazione dei centri urbani, che è divenuta una esigenza sempre più crescente che mira al miglioramento della qualità della vita. A riguardo – evidenzia il fondatore e formatore di A.I.DI.Bio. – va evidenziato che il Sud ha tanto da lavorare visto che la sportivizzazione delle proprie realtà urbane è ancora al 5% rispetto al 15% del Nord Italia. Questo dato deve essere da stimolo per cercare di crescere sotto il profilo della diffusione delle pratiche legate al benessere nella nostra società. Fondamentale è promuovere l’idea della industrializzazione del benessere che, attraverso una possibile adozione normativa, possa portare in Puglia lavora e ricchezza psico-fisica. In questa direzione si muove Puglia Wellness Festival che porta il benessere nei luoghi pubblici, cercando, attraverso percorsi multi-sensoriali e performativi, di contagiare l’animo e la ragione della gente. Le discipline bio-naturali sono una nuova frontiera che guarda al benessere”.

 

L’istituzionalizzazione del benessere. È questo uno dei messaggi che saranno lanciati dal quarto Puglia Wellness Festival. A riguardo l’avvocato Romina Centrone, Affari legali ed istituzionali PWF, evidenzia il valore sociale del benessere “attraverso la disciplina delle professioni non organizzate in ordini o collegi che è avvenuta con la Legge numero 4 del 2013 che ha riformato il settore. Fondamentale è che adesso la Regione Puglia possa adottare questo strumento legislativo che potrà così dare vigore a settori del benessere come le discipline bio-naturali”. Questa via sarà indirizzata da una delle conferenze del “Quarto Puglia Wellness Festival”, in programma sabato 23 sul tema “L’Industria del Benessere-Opportunità di lavoro e prospettive”. Figure esperte relazioneranno sull’evoluzione delle discipline olistiche, guardando alla loro istituzionalizzazione.

Il PWF auspica la valorizzazione delle pratiche bio-naturali, “puntando contestualmente – evidenzia l’avv. Centrone – alla promozione dei luoghi come il Fortino Sant’Antonio, una delle location storiche di Bari che potrà dunque contagiare i partecipanti all’evento con la sua energia positiva. L’obiettivo comune è il benessere, ovvero vivere in modo sano”.

 

 Ufficio stampa Comune di Bari

redazione

LASCIA UN COMMENTO