“1000 voci per Amatrice”, evento di solidarietà a Ruvo di Puglia

0
930

Quasi mille i coristi provenienti da tutta Italia insieme nello stesso coro per raccogliere fondi per la ricostruzione del teatro di Amatrice, distrutto dal recente terremoto; succederà sabato 16 settembre, alle ore 20.30 si esibiranno in piazza Matteotti a Ruvo Di Puglia grazie a “1000 voci per Amatrice”, l’evento previsto nell’ambito dell’iniziativa “1000 voci per ricominciare”, voluto dall’Associazione Corale Polifonica “Michele Cantatore” e realizzato con il patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione Puglia e del Comune di Ruvo di Puglia e il supporto di ConfCommercio e Pro Loco.

 

Il coro da record, composto dalla occasionale fusione di 35 cori provenienti da tutta Italia, si esibirà in un grande concerto per soli, coro e orchestra assieme alla Italian Philarmonic Orchestra di Bari. Solista il soprano Annalisa Raspagliosi (originaria di Amatrice). Dirige il Maestro Vito Clemente.

In programma tra le altre, musiche celebri di Mozart e Verdi.

Presenta Barbara Capponi, Giornalista RaiUno TG1.

Interverrà il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi.

Ingresso libero.

“1000 voci per ricominciare” è un progetto nato dall’iniziativa di alcuni coristi uniti dal desiderio di aiutare con il canto, come già fecero per l’Abruzzo e l’Emilia, le popolazioni terremotate del centro Italia. L’obiettivo primario di questa iniziativa è far sì che ogni Euro raccolto durante i concerti vada realmente ai territori interessati con il massimo della trasparenza possibile.

A “1000 voci per Amatrice” sarà presente anche la testimonianza concreta di un altro importante progetto di ricostruzione del tessuto economico e sociale del territorio di Amatrice: 100 Ettari di Terra Viva,  un’iniziativa promossa dal Comitato Amatrice Terra Viva, e sostenuta da Alce Nero, il marchio di oltre 1.000 apicoltori, agricoltori e trasformatori biologici in Italia e nel mondo.

In occasione di “1000 voci per Amatrice”, 100 ettari di Terra Viva e Alce Nero porteranno il farro biologico prodotto dal primo raccolto reso possibile proprio dall’avvio del progetto nelle zone limitrofe ad Amatrice fortemente colpite dal sisma.

L’obiettivo di 100 Ettari di Terra Viva è la creazione di una filiera agricola biologica che valorizzi la vocazione cerealicola della regione e la tradizione gastronomica del comprensorio di Amatrice, per sostenere una ripresa economica concreta. Promuovere la conversione al biologico, recuperare semi antichi autoctoni, formare gli agricoltori ed inserirli in una filiera produttiva che garantisca loro un giusto valore della produzione sono solo alcune delle azioni che il progetto sta concretamente realizzando.

Di seguito l’elenco dei cori che hanno aderito all’iniziativa e parteciperanno al concerto:

Corale Polifonica “Michele Cantatore”;

Alter Chorus di Molfetta – (BA);

Coro Folkloristico “La figlia di Jirio” di Orsogna (CH);

Corale Jubilate di Conversano (BA);

Corale Polifonica Angelicus di Mercato San Severino;

Corale Polifonica “J.Obadiah” di Oppido Lucano (PZ);

Corale Polifonica Shekinah di Genzano di Lucania (Potenza);

Coro della Polifonica Materana “Pierluigi da Palestrina” di Matera;

Coro della Scuola “G. Bovio” di Ruvo di Puglia (BA);

Coro Federico II di Jesi (AN);

Coro Harmonia dell’Ateneo Barese (BA);

Coro Jacob Arcadelt di Chiusi;

Coro Jubileum di Terlizzi (BA);

Coro Polifonico Femminile “Samnium Concentus”;

Coro Polifonico Histonium “Bernardino Lupacchino dal Vasto”;

Coro Polifonico Melos di Potenza;

Coro Polifonico San Gregoriio Magno (Ferrara);

Coro Polifonico Shalom di Marina di Caulonia (RC);

Coro Scuola “Gesmundo Moro Fiore” di Terlizzi;

Ensemble Gaudens di Bari;

Kamaraton Cantus di Camerota (SA);

Coro Polifonico Jacopo da Bologna di Bologna;

Polifonica Aulòs di Lamezia Terme (CZ);

Polifonica Vox Dei di Mola di Bari (BA);

Quod Libet di Campobasso (CB);

Schola Cantorum San Gaetano di Marina di Campo (LI);

Corale del Cuore di Terni;

Coro Polifonico Odegitria di Locorotondo (BA);

Simul Voces di Roma;

Scuola Media Statale “R. Monterisi” di Bisceglie (BAT);

Piccolo Coro Obadiah di Oppido Lucano (PZ);

Coro polifonico di Ruda (UD);

Coro Polifonico Padre Pio da Pietralcina;

Coro Polifonico Aura Artis di Cosenza;

Coro “Don Pietro Pappagallo” di Terlizzi (BA).

Ufficio stampa Comune di Ruvo

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO