‘Colombre’, nuovo progetto solista del cantautore Giovanni Imparato ospite dell’Eremo Club di Molfetta

0
955

La grande estate 2017 dell’Eremo Club di Molfetta prosegue domenica 20 agosto con il live di COLOMBRE (apertura porte ore  21.30, S.S. Molfetta-Giovinazzo Km. 779, uscita Cola Olidda. Ingresso libero. Info: 340/72.25.770), nuovo progetto solista di Giovanni Imparato, già voce, chitarra e autore dei brani della band indie-pop Chewingum (oltre che co-produttore del disco “Sassi” di Maria Antonietta). Una barca nuova di zecca  per l’artista nativo di Senigallia con l’entusiasmo di affrontare nuove avventurose sfide e l’esperienza di chi il mare lo conosce bene: a marzo ha pubblicato per l’etichetta Bravo Dischi il primo album targato Colombre intitolato “Pulviscolo”, un lavoro che ha conquistato immediatamente.

 

Urgente e spontaneo, composto e arrangiato in solitaria in un piccolo studio di Senigallia, Pulviscolo affronta temi privati – l’amore, l’amicizia, la malattia mentale, le illusioni e le disillusioni intime – attraverso una scrittura diretta e senza giri di parole. Onesta. “Ho seguito come monito le parole di Brian Wilson in cui mi ero imbattuto mentre scrivevo le canzoni e che mi avevano molto colpito: ‘This stuff doesn’t have to be perfect it’s gotta be just kinda honest and live”, ha dichiarato Colombre.

Pulviscolo” vanta collaborazioni artistiche importanti: la voce e i cori di Iosonouncane (in Blatte), le percussioni di Francesco Aprili (batterista di Wrong on you, Giorgio Poi e Boxerin Club) e il basso di Nicolò Pagani (Mannarino) in Bugiardo, l’artwork di Letizia Cesarini aka Maria Antonietta che firma anche la regia del bellissimo video della title-track, primo estratto dell’album (https://www.youtube.com/watch?v=SdxU7Lg9PUo).

Un nome d’arte che omaggia apertamente Dino Buzzati e il suo racconto Il Colombre –  protagonisti un marinaio e un mostro marino – che parla dell’incapacità di affrontare le proprie paure, di tuffarsi nelle ignote profondità del mare per scoprire cosa ci lega all’immobilità. “Non volevo aspettare di essere vecchio e stanco come il marinaio per farci due chiacchiere e allora ecco qui il disco”, ha spiegato l’artista, trovando ispirazione nella musica popolare hawaiana, tanto quanto in quella dei Beatles, Belle & Sebastian, ma anche Caetano Veloso e gli Os Mutantes, il primo album di Paul McCartney e “1977” dei Talking Heads, così come Bill Whiters e Jonathan Richman.

E i risultati si sono visti immediatamente: nella prima settimana di uscita il secondo singolo Blatte, è entrato nella top 10 della Viral50 di Spotify  e Colombre è subito schizzato alprimo posto della Social Indiex, la classifica degli artisti indipendenti che creano più engagement sui social network.

Colombre, che qualcuno ha già definito il Mac DeMarco in Hi-fi, ripercorre ricordi ed esperienze, senza nostalgie e con un sorriso rivolto all’orizzonte. Fra chitarre, omnichord e tastiere di ogni genere, gioca con gli strumenti fino a utilizzare un organetto Bontempi comprato a una fiera per bambini. Gioca e si diverte molto.

La serata proseguirà con i dj dell’Eremo Club e “la musica che piace a Marianne”.

 

COLOMBRE in “Pulviscolo Tour

Ingresso libero

Aftershow: “La musica che piace a Marianne”

Info: 340/72.25.770

Eremo Club – S.S. Molfetta-Giovinazzo Km. 779 (Uscita Cola Olidda)

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO