Attentato a Barcellona: la testimonianza di Ludovica di Putignano

0
2859
A man places a candle on a paper that reads "Catalunya - place of peace" in Las Ramblas, Barcelona, Spain, Friday, Aug. 18, 2017. Spanish police on Friday shot and killed five people carrying bomb belts who were connected to the Barcelona van attack that killed at least 13, as the manhunt intensified for the perpetrators of Europe's latest rampage claimed by the Islamic State group. (ANSA/AP Photo/Manu Fernandez) [CopyrightNotice: Copyright 2017 The Associated Press. All rights reserved.]

“Siamo stati ospitati gratuitamente in un residence della scuola perché ieri sera la polizia ci aveva sconsigliato di tornare a casa in centro”. E’ la testimonianza, raccolta da Radionorba, di una studentessa di Putignano (Bari), Ludovica, che si trova a Barcellona. Lo rende noto la stessa emittente.

“Adesso – ha continuato Ludovica – prendiamo dei taxi, anche perché non abbiamo la certezza che i mezzi pubblici stiano funzionando né sappiamo se la scuola di spagnolo sia aperta. Tra noi studenti siamo in continuo contatto e ci scambiamo messaggi e informazioni”.
“Ieri sera – ha raccontato Ludovica – quando la polizia ci ha sconsigliato di avventurarci in centro, abbiamo ricevuto la solidarietà dei cittadini che ci hanno messo a disposizione anche i telefonini, un grande gesto di solidarietà. Molti studenti stranieri, infatti, hanno casa proprio nei quartieri centrali della città e ieri, come me, non sono riusciti a tornare a casa”.

ansa

redazione

LASCIA UN COMMENTO