Vacanze in Salento, irregolare un affitto su due

0
541
I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza effettuano controlli 'anti-evasione' in ristoranti, bar e negozi in corso Vittorio Emanuele a Milano, in una foto d'archivio. ANSA/MASCOLO-PORTA

– Vere e proprie ‘case pollaio’, abitazioni senza i minimi requisiti igienico-sanitari e riempite all’inverosimile.

 

E’ quanto ha scoperto la Guardia di finanza in Salento, nell’ambito dei controlli avviati dal 1 luglio sui proprietari di seconde e terze case che affittano nelle località di vacanza più in voga. Delle 811 verifiche effettuate dai finanzieri in tutta Italia una su due è risultata irregolare, con 450 violazioni riscontrate. Di queste, 370 hanno riguardato affitti in nero. La maggior parte delle abitazioni fuori da ogni regola sono state scoperte a Gallipoli, una delle mete più gettonate di tutto il Salento e tra le località balneari più in voga tra i giovani. Durante i controlli, i finanzieri si sono imbattuti in case dove non c’erano requisiti igienici e affittate in nero, soprattutto a giovani tra i 16 e i 28 anni.
Dal 1 luglio alla prima settimana di agosto la Guardia di Finanza ha effettuato 11.300 controlli nelle località di vacanza, con una media di 240 interventi al giorno.

ansa

redazione

LASCIA UN COMMENTO