Caldo: Enpa, preoccupati per orsi Fasano

0
549
Orso polare. Secondo il rapporto ''Ghiaccio Bollente'' del Wwf Italia, la superficie dei ghiacciai alpini si è ridotta del 40% in poco più di 50 anni, un fenomeno che interessa innanzitutto Artide e Antartide, mettendo a rischio numerose specie animali, dalle balene agli orsi polari, i due terzi dei quali, potrebbero scomparire già nel 2050, Roma, 22 settembre 2015. ANSA/Steve Morello-Wwf

BARI, 4 AGO – A fronte di una delle ondate di caldo più intense che abbia colpito il nostro Paese, l’Ente nazionale per la protezione animali (Enpa) chiede alle autorità della sanità veterinaria di valutare lo stato di salute degli animali detenuti in cattività e, in particolare, esprime “preoccupazione per gli orsi polari dello Zoosafari di Fasano (Brindisi)”.

Scrive al riguardo la struttura sul proprio sito web: “L’orso polare è presente in tutte le regioni artiche, intorno al Polo Nord […] Vive in genere solitario ed è un perfetto nuotatore, anche in mare aperto”. “Il punto è proprio questo – afferma una nota – cosa ci fa un animale del Polo Nord, in una città della Puglia poco a nord di Brindisi con un termometro inchiodato oggi a 36 gradi? E cosa ci fa questo orso polare in una vasca di pochi metri che non ha nulla a che vedere con il ‘mare aperto'”.
“Gli orsi polari – conclude Enpa – sono nati per vivere tra le isole di ghiaccio e non certo in mezzo ai trulli. Costretti a sperimentare questa ondata di caldo”.

ansa

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO