The Irrepressibles e Julie’s Haircut all’Eremo Club di Molfetta

0
729

Un Giovedì Friendly “senza rete di protezione”. Art pop, psichedelia e sperimentazione musicale saranno al centro della scena per il doppio live del 20 luglio all’Eremo Club di Molfetta, un appuntamento insostituibile per gli amanti della musica di qualità  (apertura porte alle 21.30, S.S. Molfetta-Giovinazzo Km. 779, uscita Cola Olidda. Ticket 5 euro. Info: 340/72.25.770).

110055713

 

Ospiti della serata saranno THE IRREPRESSIBLES, collettivo baroque-pop londinese tra le realtà più creative e originali della musica mondiale, in Italia per presentare dal vivo “Nude: Landscapes” e i JULIE’S HAIRCUT, band emiliana dal sound eccentrico, “un corpo estraneo” nella musica italiana, attento alla ricerca e alla sperimentazione giunto al settimo capitolo della propria maturazione artistica, “Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twin”, prima uscitaper la label britannica Rocket Recordings.

Barocchi, innovativi, stravaganti, The Irrepressibles, guidati dal carisma di Jamie McDermott  tra art-pop e “performance orchestra”sono attivi dal 2002 con una formula spettacolare in cui le canzoni – un ardente impasto emotivo di rabbia, amore, melanconia e vitalità – sono il punto di partenza per una creazione più articolata dove gli strumenti tradizionali del pop – chitarre, percussioni e tastiere – sono sopraffatti da quelli classici come archi, contrabbasso, violino, fiati e clarinetto inglese. A tutto questo si aggiunge un corredo di scenografie, luci, costumi, make up e movimenti coreografici studiati con fantasia ed accuratezza. Risultato: un teatro-canzone immaginifico e magniloquente, supportato dalla voce sensuale, disperata ed onirica di McDermott. Con influenze sonore che spaziano da Phil Spector, ai maestri del Doo-wop The Flamingos, Godspeed You Black Emperor, Neil Young, elettronica Giapponese e Abba, The Irrepressibles sono una band in continua evoluzione, che si abbevera all’art rock che dagli anni ’60 in poi ha attraversato come un fiume carsico la scena musicale, da Andy Wahrol e i Velvet Underground, via David Bowie e Kate Bush, passando per i travestimenti di Peter Gabriel, giù giù fino ad Antony and the Johnson.

Quella di giovedì 20 all’Eremo Club è una delle due date italiane scelte per presentare dal vivo “Nude:Landscapes”, il primo capitolo della trilogia tratta da “Nude”, l’ultimo acclamato album di studio pubblicato nel 2013 a cui ha fatto seguito la pubblicazione di tre EP dal titolo “Nude: Landscapes”, “Nude: Viscera” e “Nude: Forbidden”. In “Nude:Landscapes” il minimalismo si fonde con atmosfere orchestrali.

Julie’s Haircut dalla fine degli anni Novanta sono una delle formazioni meno incasellabili del rock italiano, grazie ad un sound ricercato e ad una attitudine alla sperimentazione non comune. Cinque musicisti originari dell’Emilia Romagna, tra Modena e Reggio, il cui album di debutto “Fever in the funk house” (1999), uno strano mix di garage rock, psichedelia noise e melodie pop fu salutato dalla critica come uno dei migliori debutti indie-rock italiani e fu inserito dalla rivista Rumore nella lista dei 50 album italiani fondamentali degli anni ‘90.

Era il 2005 quando la band decise di assecondare un atteggiamento più sperimentale per la composizione:  “Ineffetti non ‘scriviamo’ più canzoni, non nel senso abituale del termine – spiegano Luca Giovanardi e soci – è un processo più simile a quello che Teo Macero applicava alle registrazioni di Miles Davis: improvvisare liberamente in studio per poi ‘scovare’ la canzone nelle registrazioni, rifinendola fino alla sua forma definitiva. Anche i Can – il cui ex cantante Damo Suzuki è un caro amico della band e con cui hanno collaborato diverse volte – utilizzavano un metodo simile ”.

Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twin” disco (il primo per la prestigiosa label inglese Rocket Recordings) costruito su ripetizioni estatiche, saturo di esplosioni che collidono con paesaggi sonori ipnotici. Otto tracce piene di contrasti, in cui il fuoco abbagliante delle chitarre, del piano elettrico, dei fiati e dei sintetizzatori analogici si affianca a compostezze celesti e strutture glaciali. Un disco fortemente segnato, anche nei testi, da una vena lisergica e visionaria, accecante ed estatico, che pone la band in una posizione del tutto unica nella scena rock contemporanea. “Se c’è un senso nella musica psichedelica –  affermano i Julie’s Haircut  – è sempre stato quello dell’avventurarsi senza una rete diprotezione”. Line up: Laura Agnusdei (sax, voci, tastiere), Nicola Caleffi (chitarre, voci, basso, tastiere), Luca Giovanardi (chitarre, tastiere, basso, voci), Andrea Rovacchi (tastiere, percussioni), Andrea Scarfone (chitarre, basso) e Ulisse Tramalloni (batteria, percussioni).

La serata proseguirà con “La Musica che piace ad Amelia”,  nelle selezioni musicali dei dj dell’Eremo.

Non può mancare lo Spazio Expo: protagonisti gli scatti di Giuliana Massaro, fotografa, classe 1990, una passione smodata per il modo in cui la luce attraversa e riflette i corpi, “il perché del mio fare foto”. Ha scattato per numerose mag e fanzine e collabora da circa 3 anni con Organiconcrete.com (voglioessereiltuospecchio.tumblr.com – cargocollective.com/giulianamassaro) e le creazioni di Bianca Roselli, illustrazioni dall’atmosfera onirica e visionaria che fondono i suoi studi  – è laureata in Filosofia –  e la sua passione per il genere surrealistico e metafisico.

GIOVEDÌ FRIENDLY –  L’appuntamento inclusivo e accogliente per definizione in grado di dar spazio con semplicità e leggerezza a tutti “i mondi possibili dell’amore”, come ama dire la direttrice artistica Luigia Altamura. Un esperimento leggero e festoso, arrivato al suo terzo anno di vita forte di una proposta artistica priva di barriere di genere, linguistiche, musicali, culturali e anagrafiche. Prossimi appuntamenti: Nada (27 luglio), Gazzelle (3 agosto) e Canova (16 agosto). Programma in continuo aggiornamento.

 Giovedì Friendly – 20 luglio

THE IRREPRESSIBLES (UK)  in “Nude: Landscapes” – JULIE’S HAIRCUT in “Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twintour 

Ticket: 5 euro

Expo: Giuliana Massaro – Bianca Roselli

Info: 340/72.25.770

Eremo Club – S.S. Molfetta-Giovinazzo Km. 779 (Uscita Cola Olidda)

di Antonio Carbonara

 

LASCIA UN COMMENTO