Bari: disservizi a Torre Quetta, interviene il Comune

0
514

Questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso ha effettuato un sopralluogo nella spiaggia di Torre Quetta per verificare le condizioni dei servizi igienici.

Da diverse segnalazioni dei cittadini, infatti, sono emersi disservizi relativi alle porte e alla pressione idrica dei bagni pubblici. Gli infissi, mai sostituiti nel tempo e costituiti da pannelli in policarbonato, sono stati completamente distrutti e in alcuni casi addirittura divelti dai vandali e la pressione idrica è particolarmente bassa. Pertanto, nell’ambito del nuovo appalto per la manutenzione delle spiagge, si procederà con il montaggio di porte in acciaio zincato più resistenti agli atti vandalici e durature nel tempo. Inoltre, sarà sostituito il sistema di pompaggio dell’acqua al fine di rendere più alta la pressione idrica al servizio dei bagnanti, dato che l’attuale impianto risulta bruciato probabilmente a causa di un temporale. In questo modo saranno ripristinate le funzionalità dei bagni che, al momento, non sono in grado di soddisfare contemporaneamente le esigenze di più persone.

“Le nuove porte in acciaio o zincate potranno resistere, più a lungo nel tempo, anche alle intemperie climatiche e alla salsedine – ha spiegato Giuseppe Galasso -. Procederemo con un intervento simile anche per il nuovo cancello metallico che installeremo al confine a sud della spiaggia, dove i montanti delle aste di quello vecchio sono ormai corrose. Nel corso del sopralluogo abbiamo verificato, inoltre, le condizioni del sistema di irrigazione che serve, in particolare, una parte delle aree a verde di Torre Quetta. È evidente che in alcuni punti, a causa del cattivo funzionamento dell’impianto, il prato e le piante sono in grande sofferenza. Anche in questo caso interverremo con la sostituzione di alcune elettrovalvole irrimediabilmente danneggiate dal maltempo.

Entro un paio di settimane porteremo a termine questa serie di interventi che di sicuro restituiranno maggior decoro e servizi più confortevoli ai cittadini che frequentano la spiaggia”. 

Fonte: ufficio stampa comune di Bari

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO