Bari: ordinanza anti vetro per Medimex 2017

0
738

In occasione degli eventi organizzati nell’ambito della manifestazione MEDIMEX 2017, che nei giorni 8-9-10 e11 giugno prevede concerti e dj set in diverse zone del territorio comunale con una numerosa partecipazione di pubblico, nonché di professionisti e addetti ai lavori italiani e stranieri, il sindaco Antonio Decaro sulla base delle indicazioni pervenute dal Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, ha predisposto un’ordinanza che prevede le seguenti disposizioni:

  • divieto di somministrazione e vendita di bevande in contenitori di vetro e/o lattine di alluminio all’interno delle aree degli eventi;
  • divieto di detenere e consumare bevande in bottiglie e/o contenitori di vetro e/o in lattine di alluminio nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico interessate dagli eventi di cui in premessa.

Considerata la necessità improcrastinabile della tutela dei diritti delle persone alla sicurezza, alla libertà di movimento, alla salute, nonché per esigenze di tutela dell’ordine pubblico, della sicurezza urbana, dell’igiene e del decoro, si ritiene necessario vietare nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico interessate dagli eventi i seguenti comportamenti:

  • somministrare, vendere per asporto, nonché detenere bevande in bottiglie e/o contenitori in vetro e/o in lattine di alluminio;
  • svolgere attività commerciale di vendita e somministrazione di cibi e bevande di qualsiasi natura su area pubblica e/o aperta al pubblico in forma itinerante, se non autorizzata;
  • compiere qualsiasi attività in contrasto con la sicurezza urbana e la conservazione e il decoro dei suddetti luoghi.

I divieti elencati saranno attivi secondo i seguenti orari e giorni:

  • dalle ore 15:00 del giorno 9 giugno 2017 alle ore 03:00 del giorno seguente e
  • dalle ore 15:00 del giorno 10 giugno 2017 alle ore 03:00 del giorno seguente nel territorio comunale compreso nelle aree di seguito descritte:
  • zona A: perimetro, e strade interne, delimitato dalle seguenti vie e piazze:

via Piccinni, via Q. Sella, via Latilla, via San Francesco d’Assisi, piazza Massari, piazza Federico II di Svevia, via Boemondo, strada Palazzo dell’Intendenza, piazza Chiurlia, via Roberto il Guiscardo, strada Vallisa, piazza del Ferrarese, corso Cavour; nonché in tutto il centro storico circoscritto tra piazza Massari, corso sen. A. De Tullio, piazzale C. Colombo, lung.re Imp. Augusto, piazzale IV Novembre;

  • zona B: perimetro, e strade interne, delimitato dalle seguenti vie e piazze:

via Spalato, via Dalmazia, via Giandomenico Petroni, corso Sonnino, via Abbrescia, largo Adua; nonché il lungomare sen. A. Di Crollalanza, largo G. Bruno, piazza Eroi del mare, molo San Nicola.

È altresì espressamente vietato nei giorni 9 e 10 giugno 2017 accedere alle aree direttamente interessate agli eventi, di seguito indicate, con zaini, borsoni contenenti bottiglie e/o contenitori in vetro e/o in lattine di alluminio:

  • zona A: perimetro e strade interne delimitato dalle seguenti vie e piazze:

via Piccinni, via Q. Sella, via Latilla, via San Francesco d’Assisi, piazza Massari, piazza Federico II di Svevia, via Boemondo, strada Palazzo dell’Intendenza, piazza Chiurlia, via Roberto il Guiscardo, strada Vallisa, piazza del Ferrarese, corso Cavour; nonché in tutto il centro storico circoscritto tra piazza Massari, corso sen. A. De Tullio, piazzale C. Colombo, lung.re Imp. Augusto, piazzale IV Novembre;

  • zona B: perimetro, e strade interne, delimitato dalle seguenti vie e piazze:

via Spalato, via Dalmazia, via Giandomenico Petroni, corso Sonnino, via Abbrescia, largo Adua; nonché il lungomare sen. A. Di Crollalanza, largo G. Bruno, piazza Eroi del mare, molo San Nicola.

I trasgressori, fatta salva l’applicazione di ulteriori sanzioni in caso di concorso di violazioni, saranno puniti con la sanzione prevista dall’art. 17 co. 2 del TULLPS.

A carico dei trasgressori esercenti l’attività commerciale, l’autorità amministrativa potrà applicare la sanzione amministrativa della sospensione dell’attività da 3 a 15 giorni consecutivi, secondo i criteri di cui all’art.11 della Legge n.689/81.

La Polizia Locale e le altre Forze di Polizia potranno procedere al sequestro degli oggetti o strumenti utilizzati in violazione di quanto previsto dalla presente ordinanza.

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO