Medimex 2017, il rock sul grande schermo

0
580

Lou Reed, Iggy Pop e David Bowie sul grande schermo al Medimex, con un «Triangolo sacro» di film, quindi un omaggio al cinema musicale del regista cult Jonathan Demme, con una trilogia dedicata a Talking Heads, Neil Young ed Enzo Avitabile.

Per due giorni in collaborazione con Apulia Film Commission, domani e giovedì, a Parco 2 giugno, dalle 19 alle 23, il rock diventa visione con sei pellicole che raccontano il rock e le sue leggende e uno dei migliori musicisti italiani. Cinema en plein air (a ingresso libero) come al Parc de la Villette di Parigi, seduti sull’erba in modalità pic-nic. Il «Triangolo sacro», che viene proiettato il 7 giugno, si apre con Lou Reed Berlin che  Julian e Lola Schnabel girarono nel 2008 documentando la prima esecuzione live del disco Berlin uscito nel 1973, lavoro con il quale l’artista americano aveva spiazzato pubblico e critica subito dopo essere stato consacrato icona di un rock visionario per l’album Transformer.  Segue Gimme Danger, girato da Jim Jarmush nel 2016 e quell’anno fuori concorso al Festival di Cannes: un omaggio al grande protagonista del Medimex 2017, Iggy Pop, e la sua storica rock and roll band, gli Stooges, «la migliore di sempre» per il regista statunitense, che ricolloca l’Iguana e il suo gruppo nel contesto storico e culturale nel quale aveva operato nel pieno degli anni Settanta.  Chiude il «Triangolo sacro» The Last Five Years, il recente documentario del regista Francis Whately prodotto dalla BBC capace di far entrare gli spettatori nella fucina creativa di David Bowie. Il film consegna un ritratto sfaccettato del Duca Bianco, del quale il film sfiora anche questioni più intime e personali anche attraverso una serie di testimonianze, da quella di Tony Oursler, protagonista della scena dell’arte contemporanea e collaboratore di Bowie nella realizzazione della clip di Where Are We Now, al ricordo di Johan Renck, l’autore dei video di Blackstar e Lazarus.

L’8 giugno la serata sarà interamente consacrata a Jonathan Demme, il regista Premio Oscar scomparso lo scorso 26 aprile del quale vengono proiettati consecutivamente tre film-tributo al mondo della musica, celebrata dal regista americano anche in uno dei suoi lavori di maggior successo, Philadelphia, con la colonna sonora firmata da Springsteen e Neil Young. Il trittico sarà aperto da Stop Making Sense, un film-concerto con i Talking Heads nel quale si realizza con straordinaria perfezione l’equilibrio tra musica e narrazione. E se ci sarà da commuoversi con Heart of Gold, preziosissimo ritratto sonoro di Neil Young, si rimarrà conquistati da Music Life, testimonianza della grande curiosità, apertura mentale e amore di Demme  per tutta la musica. In questo lavoro il cineasta americano rende, infatti, omaggio ad Enzo Avitabile, straordinario musicista italiano che a margine della proiezione porterà il proprio ricordo di questa meravigliosa esperienza intervistato di Ernesto Assante.

Medimex è un progetto di Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato dal Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali. www.pugliasounds.it.

di Maria Cristina Consiglio

 

LASCIA UN COMMENTO