Ilva: Usb, sarà un’estate calda

0
680
Una veduta del nuovo reparto zincatura dell'Ilva di Genova Cornigliano. 26 gennaio 2017 a Genova. ANSA/LUCA ZENNARO

“Nelle prossime ore comunicheremo le azioni che intraprenderemo. Ci aspetta l’estate più calda della storia di Taranto, molto più calda di quella del 2012. Ma stavolta non invaderemo solo le strade della città”. Lo afferma il coordinamento provinciale dell’Usb (Unione sindacale di base) di Taranto, il giorno dopo la firma del ministro Calenda del decreto che assegna il gruppo Ilva alla cordata Am Investco Italy composta da Arcelor Mittal e dal gruppo Marcegaglia.

“È bene ricordare – spiega l’Usb – che il piano presentato al Mise dalla cordata vincitrice appare contraddittorio e lacunoso, l’unica certezza che si ha è il numero degli esuberi: 5000 lavoratori. Lo schema è quello delle grosse crisi industriali italiane, prevede la New company (Mittal) e la Bad company (Ilva in amministrazione straordinaria). Nella nuova compagnia transiterà una parte dei lavoratori, mentre il resto finirà nella Bad company. In realtà diventeranno inizialmente lavoratori precari in Cigs e disoccupati dopo qualche anno”.

ansa

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO