Manduria: per il depuratore l’ appello del sindaco a Michele Emiliano

0
829

Le chiedo ancora una volta di sospendere i lavori del costruendo depuratore e di convocare un tavolo tecnico-politico tra Comune, Regione e Aqp per esaminare congiuntamente le ipotesi in campo e le reali possibilità di superare, se possibile, i vari vincoli ambientali”.

Lo scrive in un post su Facebook il sindaco di Manduria, Roberto Massafra, rivolgendosi al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che ieri aveva manifestato “la disponibilità della Regione Puglia a spostare anche la localizzazione del sito del depuratore, a condizione che nelle prossime ore il consiglio comunale di Manduria indichi una sito, non gravato da vincoli giuridicamente insuperabili, che sono purtroppo presenti nella zona individuata dall’ultima delibera comunale”. Ma, alla luce degli ultimi avvenimenti, è impensabile che l’amministrazione comunale, obietta il sindaco di Manduria, possa “indicare in poche ore un ulteriore sito che soddisfi la richiesta dei cittadini di Avetrana, non metta a repentaglio la possibilità di realizzare la rete fognaria alle marine e sia libero da qualsivoglia vincolo tra i numerosi che insistono su oltre il 70% del territorio di Manduria. Ritengo a questo punto indispensabile, qualora la Regione confermi la disponibilità ad individuare un nuovo sito, che siano i suoi tecnici, congiuntamente con quelli di Aqp, che ne hanno le competenze, a fornire le giuste indicazioni”. Domani mattina, intanto, in località Urmo Belsito, in prossimità del cantiere, è prevista una manifestazione di protesta dei cittadini per dire ‘no’ al depuratore sulla costa e all’ipotesi di scarico in mare dei reflui.

ansa

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO