Al Bif&st 2017 si parlerà anche di reato e di tortura

0
759
Felice Laudadio, ideatore e direttore del festival, durante la conferenza stampa di presentazione della quarta edizione del Bif&st-Bari International Film Festival, 02 marzo 2013 a Roma. La rassegna si terra' dal 16 al 23 marzo. ANSA/FABIO CAMPANA

A due giorni dall’ottava edizione del Bif&st, al via sabato 22 aprile nel capoluogo pugliese, il direttore artistico Felice Laudadio ha incontrato i giornalisti per ricordare gli appuntamenti più importanti del Bari international film festival che è pronto a soddisfare “un pubblico affamato di cinema”.

“Crediamo – ha detto Laudadio – che quest’anno andremo oltre le 75mila presenze dell’anno scorso, già superiori a quelle che registra il Festival del Cinema di Roma nonostante nella capitale ci siano tre milioni di abitanti e a Bari circa 300mila”. Oltre al programma generale, già presentato a Roma nei giorni scorsi, Laudadio ha evidenziato che il festival proporrà una riflessione al Parlamento sulla necessità di introdurre il reato di tortura. In particolare con le proiezioni di ‘Diaz’, sulle violenze nel corso del G8 di Genova (martedì 25 aprile); e di ‘Nove giorni al Cairo.
Un’inchiesta per Giulio’,  sulla morte del ricercatore Regeni in Egitto (mercoledì 26).

ansa

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO