Lecce: lavoratori in protesta aprono uova di Pasqua con i volti di Poletti e Cantone

0
686
(ANSA) - SCORRANO (LECCE), 16 APR - Giornata di protesta simbolica per i lavoratori delle quattro imprese consorziate al gruppo Palumbo, rimasti senza lavoro a causa del perdurare - tra ricorsi, sentenze e annullamenti - dell'iter di aggiudicazione della gara di rifacimento della statale 275, la Maglie-Leuca. Numerosi lavoratori (150 sono quelli interessati alle procedure di licenziamento) si sono dati appuntamento all'altezza del km 6,200, in prossimità del presidio permanente allestito dal 10 agosto dello scorso anno ai margini della carreggiata, aprendo un uovo di Pasqua confezionato con all'interno i volti di Raffaele Cantone, presidente di Anac e del ministro del lavoro Giuliano Poletti, accusati dai lavoratori "di non fare nulla per sbloccare una situazione che - affermano i manifestanti - resta al palo da 22 anni".

Giornata di protesta simbolica per i lavoratori delle quattro imprese consorziate al gruppo Palumbo, rimasti senza lavoro a causa del perdurare – tra ricorsi, sentenze e annullamenti – dell’iter di aggiudicazione della gara di rifacimento della statale 275, la Maglie-Leuca.

Numerosi lavoratori (150 sono quelli interessati alle procedure di licenziamento) si sono dati appuntamento all’altezza del km 6,200, in prossimità del presidio permanente allestito dal 10 agosto dello scorso anno ai margini della carreggiata, aprendo un uovo di Pasqua confezionato con all’interno i volti di Raffaele Cantone, presidente di Anac e del ministro del lavoro Giuliano Poletti, accusati dai lavoratori “di non fare nulla per sbloccare una situazione che – affermano i manifestanti – resta al palo da 22 anni”.

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO