Omicidio a Bari: i sicari hanno sparato con due armi, la vittima forse aveva una pistola

0
655
Il luogo dell'agguato al quartiere Japigia di Bari

Gli assassini di Nicola De Santis, 29 anni, ucciso ieri sera al quartiere Japigia con numerosi colpi d’arma da fuoco, hanno agito con due armi a bordo di un’Alfa 147 bianca poi trovata in fiamme in agro di Casamassima (Bari).

Nella notte sono stati eseguiti uno stub, numerose perquisizioni e audizioni in Questura di persone vicine alla vittima. Si sospetta che De Santis girasse armato.
Secondo la ricostruzione della polizia, una pattuglia delle Volanti, che era a Japigia, ha udito una raffica di mitra spostandosi su via Archimede. La polizia ha notato la moto di De Santis e l’Alfa Romeo che lo inseguiva, finché il centauro ha abbandonato la moto rifugiandosi in alcuni giardinetti. Gli agenti lo hanno raggiunto, De Santis ha barcollato e poi è caduto a terra. Trovati bossoli di pistola calibro 9 e di un’arma calibro 7,62, probabilmente un kalashnikov, e sotto una siepe una pistola clandestina calibro 9, si presume appartenuta a De Santis, con 14 proiettili nel caricatore e uno in canna.

ansa

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO