Lezioni di greco a Bari, “Solitaire ou Solidaire?”

0
647

“Solitaire ou Solidaire?”, il terzo appuntamento che chiude il ciclo Lezioni di Greco. Cosa succede in Europa al tempo del neoliberismo e delle politiche dell’austerità? Questa la domanda che accompagna i tre incontri – organizzati da Bread&Roses – Spazio di Mutuo Soccorso convochiamociperbari e Libreria Zaum (sede in via Giovanni Amendola 189/A, 70126 Bari), – sulle tracce delle risposte messe in campo dalle esperienze mutualistiche e di autogestione in Grecia. Venerdì 7 aprile, alle ore 18.30, ci sarà un momento di confronto e scambio, a partire dal film-documentario sul KIA – un centro medico e farmaceutico autogestico a Salonicco – in compagnia delle tre autrici, di Gruppo EmergencyBari e di studentesse/i della Facoltà di Medicina di Bari. A seguire una cena sociale di autofinanziamento.

Si tratta di un film sul diritto alle cure mediche e sulla solidarietà nella Grecia della crisi. La solitudine non è solo una questione esistenziale, ma il risultato delle politiche che si sono susseguite negli anni dei memorandum. La solidarietà è giunta no aspettacome risposta all’isolamento sociale. Il documentario sul Centro Medico Sociale di Solidarietà a Salonicco parte dalla creazione stessa del centro, lo sciopero della fame di 300 lavoratori immigrati nel 2011. In seguito, attraverso le testimonianze dei pazienti e membri del Centro (KIA) si racconta l’esclusione dal diritto alle cure mediche. Il centro medico, durante la peggiore crisi umanitaria che vive la Grecia, copre le necessità di cittadini, di immigrati e greci che hanno trovato chiuse le porte del sistema sanitario. Contemporaneamente, analizza se la solidarietà come prassi si può “trapiantare“ attraverso queste strutture alla società. Il documentario giunge fino al 2015.

Autrici:
// EIRINI KARAGKIOZIDOU ha studiato cinematografia all’Università di Salonicco. Ha partecipato a documentari sulla crisi in Argentina e al documentario “Europe, she loves!”.
// MOUSTAKIDOU KYRIAKI ha studiato Giornalismo all’Università di Salonicco. Lavora come giornalista e si occupa, fra l’altro, del problema dello sfruttamento delle miniere nella Penisola Calcidica.
// POULIMENI STAVROULA ha studiato Giornalismo all’Università di Salonicco. Lavora come giornalista per la più famosa radio alternativa in Grecia, KOKKINO.

***
Prossime iniziative in Italia:
8.04 – Potenza
9.04 – Napoli
10.04 – Roma

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO