Danza: Prospettiva Nevskij 17 a Bisceglie

0
659

La Città di Bisceglie e il Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito di sistemaGaribaldi diretta da Carlo Bruni presenta da DOMANI 6 al 30 aprile a Bisceglie PROSPETTIVA NEVSKIJ17, le frontiere della danza contemporanea in collaborazione con Compagnia Menhir.

Alla terza edizione, densissima rassegna con un prologo il 6 alle 21.00, con l’anteprima del nuovo lavoro firmato da Giulio De Leo per la sua compagnia e il prestigioso sostegno della Casa della Danza di Civitanova. Ritual Quintet_01 è un’indagine sulla cultura della trance animata da cinque splendidi danzatori e dal contributo decisivo del musicista Pino Basile. Ad aprire poi la rassegna, il 27, alle 19.00, nella suggestiva cornice della chiesa di Santa Croce, la presenza di Raffaella Giordano, certamente una delle figure più autorevoli della danza contemporanea italiana, fondatrice della Sosta Palmizi e già danzatrice di Pina Bausch. Particolarissimo il suo contributo: non uno spettacolo, né uno studio, ma la possibilità d’incrociare un processo creativo che assume un libro come riferimento (J.A.Baker, L’estate della collina Ed. Gea Schirò 2008) e si alimenta d’incontri come quello in programma. A seguire e a raccontare la fertilità creativa di questa mitica compagnia, una “filiazione”, quella di Elisabetta Lauro e César Augusto Cuenca Torres, che presentano (zero), alle 21.00, nel teatro comunale, alla ricerca di quel punto mediano tra il negativo e il positivo, tra ciò che è prima e ciò che è dopo. Venerdì 28 è la volta del sorprendente Ezio Schiavulli. In scena quattro danzatori sostenuti dal vivo, dal gruppo etno-folk U’munacidde. Nel contrasto tra l‘astrazione e il concreto, la creazione musicale ispirata da canti e suoni della Murgia incrocia una coreografia travolgente, animata da quell‘energia meridionale che attraverso il ritmo nutre la follia. La Giornata Internazionale della Danzasabato 29, diventa poi l’occasione per mischiare professionisti e non in un vorticoso Girodidanza. Fra Santa Croce, Garibaldi e il rinnovato salone dell’Epass, si alterneranno le giovani danzatrici/allieve di Libero Corpo, guidate da maestri come Simona BertozziMaud De La Purification, Michele Di Stefano e lo stesso De Leo, e le opere di Maria Francesca Guerra, Equilibrio Dinamico, Maristella Tanzi Sonenalé. Mentre scuole di danza e di ballo, liberi cittadini e amanti del tango, saranno tutti invitati ad abitare le piazze e le strade intorno, per festeggiare l’arte del movimento e le sue mille espressioni. Infine, in chiusura, domenica 30Etra, rassegna delle scuole di danza a cura di Roberto Vitelli; un modo per valorizzare quel vastissimo mondo che sovente sfugge alle statistiche e al confronto, e che in vece merita attenzione e cura. Info: 080.3957803 – 371.1189956 – sistemagaribaldi@gmail.com;

Città di Bisceglie

Teatro Pubblico Pugliese

sistemaGaribaldi

diretta da Carlo Bruni

PRESENTA

PROSPETTIVA NEVSKIJ17

le frontiere della danza contemporanea

Bisceglie 6 – 30 aprile 2017

in collaborazione con

Compagnia Menhir

Stavolta nella foto di Patrizia Ricco che correda il programma, ci sono coppie di anziani che ballano sul lungomare, confermando l’idea di un teatro di pace che incrocia la vita quotidiana di un paese per alimentarne le qualità culturali e sociali.

Il Teatro Garibaldi di Bisceglie, proprio a ridosso del grande successo riscosso da Instrument 1 di Roberto Zappalà, presenta la terza edizione di Prospettiva Nevskij: densissima rassegna dedicata alle frontiere della danza contemporanea che con un prologo il 6, concentrerà i suoi appuntamenti fra giovedì 27 e domenica 30 aprile. Solo la punta di un iceberg, come vanta il direttore Carlo Bruni, che sottende l’intera stagione associando produzione, con la compagnia residente Menhir, formazione, grazie a Libero Corpo e programmazione, con sharing mensili, due spettacoli in abbonamento e ben otto titoli in cartellone.

Si parte allora il 6 aprile alle 21.00, con l’anteprima del nuovo lavoro firmato da Giulio De Leo per la sua compagnia e il prestigioso sostegno della Casa della Danza di Civitanova. Ritual Quintet_01 è un’indagine sulla cultura della trance animata da cinque splendidi danzatori e dal contributo decisivo del musicista Pino Basile. Ad aprire poi la rassegna, il 27, alle 19.00, nella suggestiva cornice della chiesa di Santa Croce, la presenza di Raffaella Giordano, certamente una delle figure più autorevoli della danza contemporanea italiana, fondatrice della Sosta Palmizi e già danzatrice di Pina Bausch. Particolarissimo il suo contributo: non uno spettacolo, né uno studio, ma la possibilità d’incrociare un processo creativo che assume un libro come riferimento (J.A.Baker, L’estate della collina Ed. Gea Schirò 2008) e si alimenta d’incontri come quello in programma. A seguire e a raccontare la fertilità creativa di questa mitica compagnia, una “filiazione”, quella di Elisabetta Lauro e César Augusto Cuenca Torres, che presentano (zero), alle 21.00, nel teatro comunale, alla ricerca di quel punto mediano tra il negativo e il positivo, tra ciò che è prima e ciò che è dopo. Venerdì 28 è la volta del sorprendente Ezio Schiavulli. In scena quattro danzatori sostenuti dal vivo, dal gruppo etno-folk U’munacidde. Nel contrasto tra l‘astrazione e il concreto, la creazione musicale ispirata da canti e suoni della Murgia incrocia una coreografia travolgente, animata da quell‘energia meridionale che attraverso il ritmo nutre la follia. La Giornata Internazionale della Danza, sabato 29, diventa poi l’occasione per mischiare professionisti e non in un vorticoso Girodidanza. Fra Santa Croce, Garibaldi e il rinnovato salone dell’Epass, si alterneranno le giovani danzatrici/allieve di Libero Corpo, guidate da maestri come Simona Bertozzi,Maud De La Purification, Michele Di Stefano e lo stesso De Leo, e le opere di Maria Francesca Guerra, Equilibrio Dinamico, Maristella Tanzi e Sonenalé. Mentre scuole di danza e di ballo, liberi cittadini e amanti del tango, saranno tutti invitati ad abitare le piazze e le strade intorno, per festeggiare l’arte del movimento e le sue mille espressioni. Infine, in chiusura, domenica 30: Etra, rassegna delle scuole di danza a cura di Roberto Vitelli; un modo per valorizzare quel vastissimo mondo che sovente sfugge alle statistiche e al confronto, e che in vece merita attenzione e cura.

Straordinarie le offerte di botteghino. Grazie allo strutturale sostegno del Teatro Pubblico Pugliese e della Città di Bisceglie, sono tutte volte alla promozione di quest’arte, con ridottissimi a partire da 6,00€ per operatori del settore e scuole di danza, ma anche per abbonati e soci del partner Linea d’Onda. Botteghino aperto dal martedì al venerdì dalle 18.00 alle 20.00, il venerdì mattina dalle 11.00 alle 13.00 e il giorno di spettacolo dalle 18.00.

Info: 080.3957803 – 371.1189956 – sistemagaribaldi@gmail.com

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO