Tap: a Melendugno sospeso l’espianto di ulivi fino a lunedì

0
688
Scontri con le forze dell'ordine vicino al cantiere della Tap a Melendugno, in provincia di Lecce, con i manifestanti che protestano per l'espianto degli ulivi sul tracciato dove dovrebbe sorgere il micro-tunnel del gasdotto, 28 marzo 2017. ANSA / CLAUDIO LONGO

Sono stati sospesi temporaneamente i lavori di espianto degli ulivi che sorgono sul tracciato dove dovrebbe essere realizzato il microtunnel del gasdotto Tap, a San Foca, Marina di Melendugno.

La decisione – si apprende da fonti Tap – è stata presa nella tarda serata di ieri per ragioni legate alla necessità di avvicendamento del personale di polizia impiegato in questi giorni in un massiccio servizio d’ordine pubblico davanti l’area di cantiere della multinazionale svizzera dove continuano a sostare ininterrottamente da una quindicina di giorni attivisti ‘No Tap’. Gli espianti dovrebbero riprendere probabilmente lunedì prossimo. Finora gli ulivi espiantati e messi a dimora temporanea nel sito di Masseria del Capitano, sono in tutto 136 su un totale di 215. Intanto i manifestanti hanno reso inaccessibile in auto l’area dove sorge il cantiere: tutti gli accessi sono sbarrati con trincee erette con pietre, prese dai vicini muretti a secco, transenne e cassonetti della spazzatura.

ansa

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO