Susanna Camusso a Bari, “battaglia su art.18 non finisce”

0
596
Il segretario generale della Cgil Susanna Camusso continua la campagna referendaria per l'abolizione dei voucher e a favore della responsabilità solidale degli appalti ad Aosta, 20 marzo 2017 . ANSA/Thierry Pronesti

La nostra battaglia sull’articolo 18 non finisce. Il nostro giudizio su quella legge continua ad essere il giudizio di una legge ingiusta che oltretutto provoca e produce diseguaglianze tra lavoratori che stanno negli stessi luoghi. Questo tema lo porremo alla Corte europea, così come porremo e ci poniamo il problema che tutte le statistiche ci dicono che sono aumentati i licenziamenti”.

Lo ha detto la leader della Cgil, Susanna Camusso, parlando con i giornalisti, oggi a Bari, a margine di un incontro sull’importanza della cultura per creare occupazione. Camusso ha spiegato che un “paese come il nostro deve avere attenzione a come il suo patrimonio artistico e culturale può produrre innovazione, tecnologia, lavoro, attività industriale”. “Innanzitutto – ha precisato – superando la frantumazione la precarietà che caratterizzano questo settore”. “Quindi – ha concluso – insistiamo sul tema che la creazione di lavoro deve partire dalle risorse vere del nostro paese”.

ansa

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO