Canoa: il CUS Bari al Campionato Italiano di fondo e gara nazionale di velocità di Candia Canavese

0
1823

Positiva giornata per la sezione Canoa del CUS Bari, quella del Campionato Italiano di fondo e gara nazionale di velocità, svoltasi a Candia Canavese (TO) che ha visto fra i tanti protagonisti, la partecipazione di atleti olimpici e dei Campionati del mondo.

Nonostante la pioggia battente e un freddo tipicamente autunnale la compagine cussina ha portato alla ribalta delle cronache nazionali due titoli prestigiosi, conquistati da Ilaria Nitti che, con prepotenza ha riconquistato l’appellativo datole in sezione: “THE QUEEN”.
Nitti Ilaria ha vinto col suo C1, specialità canadese, sia nei 1000m nella categoria Senior femminile che nei 5000m categoria Under 23.  A far sorridere il CUS Bari anche l’inedito C2US Bari con  Letizia Altini e Cristina Apollonio, vincente sempre nei 5000m categoria Junior femminile.

Applausi e grande soddisfazione anche per il il 4° posto conquistato dal promettente Davide Alpino, col suo C1 sia nei 1000m che nei 5000m categoria Junior.
“Davide – spiega il caposezione canoa del CUS Bari Gaetano Valerio –   si è cimentato in un’ardua battaglia non solo contro i suoi pluridecorati avversari ma anche contro un rialzo febbrile (38° di febbre), che lo ha accompagnato nella due giorni torinese. Sono molto soddisfatto di lavorare con un ottimo gruppo composto da tecnici preparatissimi e da ragazzi volenterosi nello sport e bravi a scuola, ragazzi e tecnici, tengo a sottolineare che durante le gare e gli allenamenti vanno oltre i loro limiti. Sia per Ilaria che per Davide saranno a breve riconfermate le convocazioni in nazionale”.

Buono anche il risultato di Francesco Alpino col suo 5°posto nel C1 categoria Under 23 sui 5000m, come anche buone sono le prestazioni del “debuttante” Gianluca Casertano nel K1 sui 5000m categoria Junior e la coppia Antonio Arciuli e  Francesco Delvecchio  col K2 sui 5000m categoria sempre Junior.

“Tutto sommato – spiega il tecnico Dario Bianchini – buoni risultati che danno certezze e buone speranze per il futuro “.

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO