Teatro in Puglia: appuntamenti per domani

0
595

Domani a Martina Franca, Teatro Verdi, Nudi e crudi, con Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi. Una storia di Alan Bennett; tradotta e adattata per la scena da Edoardo Erba; con Nicola Sorrenti e la regia di Serena Sinigaglia.

A Trani, Teatro Impero, La Luna nel letto con Cinema Paradiso, con Giuseppe Di Puppo, Annarita De Michele, Erica Di Carlo, Paolo Gubello, Salvatore Marci, Anna Moscatelli, Luigi Tagliente. La regia di Michelangelo Campanale.

A Conversano, Teatro Vignola, Il più brutto week end della nostra vita, con Maurizio Micheli, Benedicta Boccoli, Nini Salerno, Antonella Elia. Regia Maurizio Micheli.

A Taviano, Teatro Fasano, Uno nessuno centomila, con Enrico Loverso, regia di Alessandra Pizzi. L’omaggio a Luigi Pirandello, attraverso l’adattamento teatrale del più celebre dei suoi romanzi: la storia di un uomo che sceglie di mettere in discussione la propria vita, a partire da un dettaglio, minimo insignificante.

A Torremaggiore, Teatro Rossi, Le sorelle Marinetti con lo spettacolo La Famiglia Canterina, atmosfera vintage anni ’30: spettacolo interpretato anche da Francesca Nerozzi, Jacopo Bruno e il trio jazz dell’orchestra maniscalchi. Un originale percorso teatral-musicale, sketch tra coreografie e aneddoti sul costume e la cultura del tempo cullati dalla bellissima musica delle orchestre leggere dell’E.I.A.R..

A Polignano, Teatro Vignola,  la danza con Equilibrio dinamico, con due coreografie dalle ore 21.00: Once upon a time when pigs were wine, con Francesco Tammacco e i danzatori Serena Angelini, Tonia Laterza, Beatrice Netti, Antonella Albanese, Nicola De Pascale, Laila Lovino. Coreografie e set concept di Marco Blàzquez (Spagna). A seguire, Confini disumani, con gli stessi danzatori ma la coreografia di Roberta Ferrara.

E a Gioia del Colle Lindsay Kemp, con Kemp dances, Invenzioni e Reincarnazioni con in scena anche Daniela Maccari, Ivan Ristallo, David Haughton e James Vanzo.

Tutti gli spettacoli ore 21.00. Info: www.teatropubblicopugliese.it

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO