Brindisi: violenta e picchia per 4 anni la moglie, ai domiciliari 47enne separato dalla donna

0
569
Un' immagine di archivio mostra una situazione simbolica di violenza alle donne. Quattro violenze su cinque avvengono all'interno di una relazione sentimentale mentre solo una su 100 a opera di sconosciuti. A subirle sono soprattutto donne tra i 35 e i 44 anni (32%), sposate (50%) con figli (79%), diplomate (53%) e di professione impiegate (21%). Ammettono di patire ricatti, insulti e minacce (44%), violenza fisica, anche con corpi contundenti come martelli o altri oggetti taglienti (26%), economica (13%) e sessuale (7%). Sono i dati di Telefono rosa, secondo cui inoltre la meta' delle violenze denunciate da donne nel 2009 rientra nel reato di stalking. ARCHIVIO - FRANCO SILVI ANSA/

Per quattro anni avrebbe violentato, picchiato e insultato la moglie dalla quale ora è separato: con le accuse di violenza sessuale aggravata, maltrattamenti e atti persecutori è stato arrestato un uomo di 47 anni di Erchie (Brindisi).

L’arresto è stato eseguito dai carabinieri su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Brindisi. A quanto accertato sulla base della denuncia della presunta vittima, formulata nel luglio 2016 dopo l’ennesimo episodio, sarebbero stati numerosi i casi di violenza sessuale, di insulti, percosse e lesioni che la donna avrebbe subito nel corso del tempo, tanto da indurla a interrompere il matrimonio.
La donna sarebbe stata destinataria di continue offese, vessazioni sia fisiche che psicologiche, sarebbe stata costretta a subire violenze sessuali oltre a pedinamenti e molestie, anche via sms. Il 47 enne si trova ora agli arresti domiciliari.

Ansa

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO