Divania: pm, a giudizio Profumo e Ghizzoni

0
765
La sede della societa' pugliese Divania, oggi, 3 marzo 2011, nella zona industriale di modugno (Ba). L'ex amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo, e' indagato a Bari assieme ad altri 27 dirigenti della bancari nell'inchiesta sul rapporto intercorso tra la societa' pugliese Divania e l'istituto di credito, relativo alla sottoscrizione di titoli di credito derivati. E' quanto anticipa il settimanale l'Espresso in un articolo che pubblichera' domani. ANSA / LUCA TURI

La Procura di Bari ha concluso la discussione all’udienza preliminare per la presunta bancarotta fraudolenta da 198 milioni di euro contestata ai vertici di Unicredit con riferimento al fallimento della società barese Divania, insistendo sulla richiesta di rinvio a giudizio per i 16 imputati.

Rischiano il processo, tra gli altri, gli ex amministratori delegati Federico Ghizzoni e Alessandro Profumo, oltre a manager e funzionari della banca, accusati di aver ingannato il titolare dell’azienda, Francesco Saverio Parisi, inducendolo a sottoscrivere 203 contratti derivati che, in pochi anni, secondo l’accusa, avrebbero portato la società al dissesto e al successivo fallimento.

    UniCredit, in una nota, “ribadisce fermamente la correttezza del proprio operato, di quello di esponenti, anche cessati, e propri dipendenti ed è convinta che ciò potrà emergere dal vaglio delle sedi giudiziarie”.

Fonte Ansa

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO