Bari: Trent’anni a killer agente immobiliare

0
668
Giuseppe Sciannimanico, l'agente immobiliare incensurato di 28 anni ucciso a Bari, vittima di un agguato ieri sera in via Tenente De Liguori al quartiere Japigia, deceduto nella notte al Policlinico di Bari, 27 ottobre 2015. PROFILO FACEBOOK DI GIUSEPPE SCIANNIMANICO +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO? ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L?AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++

Il gup del Tribunale di Bari Francesco Agnino ha condannato a 30 anni il pregiudicato barese Luigi Di Gioia, accusato dell’omicidio premeditato dell’agente immobiliare Giuseppe Sciannimanico, ucciso a Bari il 26 ottobre 2015.

Il giudice, al termine di un processo con rito abbreviato, ha condannato l’imputato anche a risarcire le parti civili.
In particolare, Di Gioia è stato condannato a pagare provvisionali di 250mila euro ai genitori della vittima, di 100mila euro per il fratello Pasquale e 175mila euro in favore della fidanzata Vanessa. Per il delitto è imputato in Corte d’assise l’ex collega di Sciannimanico, Roberto Perilli. Secondo il pm Francesco Bretone, i due avrebbero attirato la vittima in una trappola fissando un appuntamento per vedere un appartamento e lo avrebbero poi ucciso con due colpi di pistola. Movente dell’omicidio l’invidia professionale di Perilli che avrebbe così deciso di eliminare un concorrente.

Fonte Ansa

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO