Gallipoli: ritrovato cadavere, insieme ai resti trovata un corda nylon

0
609

Un pezzo di corda di nylon, lungo circa 60 centimetri, è stato trovato dagli investigatori all’interno del bidone per combustibili in cui la notte scorsa é stato rinvenuto il cadavere di un uomo in avanzato stato di decomposizione. La circostanza avvalorerebbe l’ipotesi investigativa che la vittima, prima che il corpo venisse nascosto nel fusto, sia stata uccisa forse tramite strangolamento.

Al momento si tratta solo di un’ipotesi, perché lo stato di saponificazione del cadavere non permette una valutazione delle cause della morte, che gli inquirenti definiscono di sicuro “non recentissima”. Le modalità dell’occultamento del cadavere sembrerebbero di stampo mafioso. Dopo essere stato riposto all’interno del bidone, il cadavere é stato ricoperto di pietre e con una colata di calce. Accorgimento, questo, che potrebbe, a detta degli investigatori, aver rallentato il processo di decomposizione del corpo, ma allo stesso tempo potrebbe anche averlo favorito in presenza di temperature esterne molto alte.
La Dda, che sta coordinando le indagini col sostituto procuratore Alessio Coccioli, ha disposto l’autopsia, che dovrebbe essere eseguita per il fine settimana, e una preventiva indagine strumentale.

Fonte Ansa

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO