“Come contrastare i femminicidi: analisi e proposte”, incontro a Gioia del Colle promosso dalle associazioni Gens Nova e Penelope

0
1065

“Come contrastare i femminicidi: analisi e proposte”, si terrà sabato 21 gennaio 2017 alle ore 18:00, presso il chiostro comunale di Gioia del Colle (piazza Margherita di Savoia 10), l’incontro promosso dall’amministrazione comunale e dalle associazioni Gens Nova e Penelope Italia, con il patrocinio della trasmissione Chi l’ha visto? e il  Circolo Unione locale.

Oltre 11 mila i casi di stalking finiti in un’aula di tribunale negli ultimi anni, numeri allarmanti per un fenomeno che vede la donna vittima di violenza fisica e psicologica, economica e sessuale.

La legge 119/13 è stata in grado di arginare in parte il fenomeno, resta quel vuoto culturale che spinge ancora tanti uomini ad accanirsi contro le donne, soprattutto nelle situazioni di conflittualità coniugale. Un fenomeno complesso di cui restano pochi ma importanti punti fermi, come ha avuto modo di dichiarare l’avvocato Antonio Maria La Scala, presidente nazionale di Penelope Italia e Gens Nova e che relazionerà nella serata. L’ incontro sarà preceduto dai saluti del sindaco di Gioia del Colle, dott. Donato Lucilla, tra gli ospiti anche Antonio Genchi, presidente dell’associazione Penelope Puglia. Introdurrà la dott.ssa Chiara Romano, responsabile Gens Nova e Penelope per Gioia del Colle.

– E’ importante denunciare – ha dichiarato La Scala – la stessa denuncia diventa un modo per tutelarsi da altri possibili reati, quest’ultimi spesso senza risposte per le lunghe procedure processuali che conducono, in gran parte dei casi, alla prescrizione. Altro importante traguardo di questi anni è il patrocinio gratuito per le vittime di stalking, oltre all’ammonimento del Questore.

Casi di femminicidio diventati cronaca nera, il più noto quello di Melania Rea, assassinata il 18 aprile del 2011 dal marito Salvatore Parolisi.

L’evento rientra nella programmazione delle associazioni Gens Nova e Penelope Puglia che da anni sono mobilitate sul territorio regionale e nazionale.

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO