A Bari il progetto di formazione per Imam

0
530
Iranian Shiite pilgrims pray after attending Arbaeen mourning ceremony, commemorating the end of the forty day mourning period following the anniversary of the 7th century martyrdom of Imam Hussein, the Prophet Muhammad's grandson and one of Shiite Islam's most beloved saints, at the shrine of the Shiite Saint Imam Abdulazim, in Shahr-e-Ray, south of Tehran, Iran, Sunday, Nov. 20, 2016. (ANSA/AP Photo/Vahid Salemi) [CopyrightNotice: Copyright 2016 The Associated Press. All rights reserved.]

Un corso di formazione per imam su diritti e doveri della Costituzione, per un dialogo tra religioni e culture diverse che favorisca l’integrazione, è al via nella sede di Giurisprudenza del Campus di Ravenna.

Alla Fondazione Flaminia la gestione del progetto, bandito dal ministero dell’Interno nell’ambito del programma Fami 2014. Sei le università coinvolte: Bologna, Calabria, Salerno, Bari, Pisa e Firenze. Diretto da Giovanni Cimbalo dell’Alma Mater, il corso è coordinato da Federica Botti dell’Università di Bologna.
Nel programma figurano i principi costituzionali in materia di libertà religiosa e coscienza, libertà di disporre di edifici di culto, libero esercizio del culto, rispetto dei diversi culti e dei non credenti, libertà di celebrare i riti della propria religione e obblighi di legge da rispettare. Approfondire quindi identità culturali e religiose, “abituando al rispetto reciproco e alla convivenza come miglior antidoto al radicalismo, all’estremismo religioso e alle intolleranze”.

Fonte Ansa

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO