Giancarlo Giannini in giacca e cravatta per “Natale nelle Grotte”

0
751

“Le Parole Note/Viaggi e Miraggi”, è questo il titolo del recital di Giancarlo Giannini che  ieri sera si è esibito  nelle grotte di Castellana,  per la rassegna “Natale nelle grotte”, promossa dalla società Grotte e dall’amministrazione comunale.

“Natale nelle Grotte” è un evento ormai  imperdibile, per lo spessore degli artisti in programma. Attore, doppiatore, regista sceneggiatore, produttore, Giancarlo Giannini è l’icona del cinema italiano, con i suoi 74 anni continua a girare l’Italia.

In “Parole Note/ Viaggi e Miraggi” ha declamato brani e poesie da Pablo Neruda a Shakespeare, accompagnato da Marco Zurzolo al sax e voce di Gianluigi Esposito, ha aperto lo spettacolo l’attrice Susy Mannella.

Una voce unica, resa ancora più suggestiva dalla cornice delle grotte e da un sistema audio che ha garantito la recezione delle poesie. L’artista ha indossato con estrema eleganza giacca e cravatta, ha sfidato l’umidità dell’ambiente, probabile che indossasse una maglia termica in grado di trasmettere calore.  Una performance di più di un’ora, un pubblico che ha applaudito testimoniando l’affetto per l’artista.

Giancarlo Giannini ha dichiarato di essere stato affascinato dalla bellezza delle grotte di Castellana e dall’organizzazione, quest’ultima ha fornito ad ogni spettatore una coperta rossa da indossare durante la serata.

Il 15 dicembre 2016 è il turno di Franco Battiato, i cui ricordi pugliesi sono quelli del teatro Petruzzelli e della caduta sul palco. Il 30 dicembre si esibiranno i Dire Straits Legacy, il 7 gennaio 2017 Christian De Sica.

Le esibizioni degli artisti fanno parte di un fitto calendario di appuntamenti musicali, teatrali e religiosi nati dalla sinergia artistica di Pino Savino e la direzione artistica di Eugenio Finardi.

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO