Bari: workshop su Pon Metro all’Urban center

0
954

Si è tenuto questa mattina all’Urban Center il primo dei quattro workshop tematici per la redazione del Piano operativo del PON Metro, utili per individuare insieme ai rappresentanti del partenariato economico-sociale e agli stakeholders territoriali i contenuti tecnici e i modelli di attuazione relativi allo sviluppo delle quattro azioni integrate indicate nel dossier strategico (Mobilità Sostenibile, Agenda Digitale e Bari urban service Hub (BUSH), Riattivazione urbana e Innovazione sociale, Welfare mix integrato e Agenzia della Casa).

L’incontro di questa mattina, al quale hanno partecipato un centinaio di persone, è stato dedicato all’analisi del Piano urbano della mobilità sostenibile (P.U.M.S.) e del Piano di azione per l’energia sostenibile (P.A.E.S.) della Città di Bari.

Ad illustrare i contenuti della strategia di sviluppo urbano sui temi della mobilità e della sostenibilità l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli, che ha presentato gli obiettivi e lo stato di attuazione del PAES, e il sindaco e assessore alla mobilità Antonio Decaro, che ha spiegato per sommi capi il PUMS illustrando lo stato dell’arte di alcuni dei nuovi interventi previsti.

“Questi incontri servono all’amministrazione per condividere progetti, fondi e soprattutto per raccogliere proposte che possono arrivare da tanti soggetti, a vario titolo coinvolti nello sviluppo del territorio – ha dichiarato il sindaco Decaro -. Nella programmazione del Pon metro sul fronte della mobilità sono previsti i fondi per l’acquisto dei 53 nuovi autobus, circa 14 milioni di euro, e altri fondi da destinare allo sviluppo della mobilità urbana nell’ambito di un processo di integrazione con il piano della mobilità di area vasta. Questo è importante affinché le azioni che metteremo in campo a livello cittadino siano coerenti con quelle del trasporto extraurbano. Il prossimo passo sarà lavorare a un “piano di bacino” che dovrà tenere insieme i due livelli di trasporto, urbano ed extraurbano, sia su gomma sia su ferro. Penso al tema dei tanti pendolari che arrivano a Bari tutti i giorni: se le linee delle Ferrovie sud-est fossero migliorate e potenziate, potremmo pensare di creare un parcheggio per gli autobus extraurbani ed evitare l’ingresso in città. A questo dovrebbe aggiungersi un potenziamento della frequenza dei treni da Mungivacca verso Bari, soprattutto nelle ore di punta. Tanti altri spunti possono essere condivisi sull’implementazione del nuovo servizio di car sharing, di bike sharing che abbiamo completamente rivoluzionato, fino all’intero capitolo che riguarda la city logistcs, con la razionalizzazione delle piazzole dedicate al carico e scarico. Le azioni programmate nell’ambito della progettualità del Pon Metro sono inoltre inserite e coordinate con gli interventi che stiamo definendo con i fondi del Patto della città metropolitana, perché non esiste sviluppo del capoluogo senza la crescita dei 40 comuni dell’area metropolitana che con Bari dialogano su prospettive servizi e risorse. Nei prossimi giorni mi auguro che tutti i soggetti istituzionali e i cittadini, che prenderanno a parte ai workshop organizzati per la pianificazione degli interventi a valere sui fondi del Pon Metro, possano far pervenire all’amministrazione proposte e integrazioni per raggiungere gli obiettivi fissati dall’agenda urbana nazionale”.

Fonte ufficio stampa Comune di Bari

di Maria Cristina Consiglio

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO