Bari: “Un parco da vivere” a Lama Balice

0
957

Domani, sabato 12 novembre, dalle ore 9.30 alle 13.30, a Villa Frammarino, nel parco naturale di Lama Balice, si terrà la prima “Festa della Multisensorialità”, la manifestazione promossa dalla cooperativa Tracceverdi e dalla CIA Puglia nell’ambito del progetto di agricoltura sociale “Un Parco da Vivere”, vincitore del bando nazionale “Giovani per la Riqualificazione dei beni pubblici”.

L’evento, che gode del patrocinio dell’assessorato al Welfare, prevede una serie di attività didattiche rivolte agli studenti, esplorazioni naturalistiche e degustazioni enogastronomiche.

L’obiettivo è coinvolgere la cittadinanza nelle iniziative realizzate nell’ambito del progetto, che prevede un percorso multisensoriale nel giardino composto da cinque aule a cielo aperto che richiamano ai sensi: gli ospiti potranno quindi testare in prima persona le aule, dalla stanza dei colori al labirinto di essenze aromatiche, dai percorsi tattili alle dimore delle farfalle della lama.
Nel corso della mattinata saranno inoltre presentate tutte le attività terapeutiche in programma nei prossimi mesi. Al termine della festa della Multisensorialità è prevista anche una degustazione di prodotti agroalimentari.

La manifestazione è ad ingresso gratuito e aperta alla cittadinanza.

 

IL PROGETTO “UN PARCO DA VIVERE”

“Un Parco da Vivere”, finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” – bando “Giovani per la riqualificazione dei beni pubblici”, intende sperimentare un percorso di rigenerazione ed agricoltura sociale attraverso la rivitalizzazione delle aree esterne di Villa Frammarino e la creazione di un giardino dei sensi. Il giardino è composto da cinque aule verdi a cielo aperto all’interno delle quali olfatto, tatto, vista, udito e gusto esaltano gli elementi della natura circostante.
Il progetto si pone anche l’obiettivo di ospitare attività terapeutiche per 100 ragazzi con disagio psicofisico, che da alcuni mesi si sono resi protagonisti della rinascita di questi spazi. 

Fonte Ufficio stampa Comune di Bari

di Maria Cristina Consiglio

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO