Taranto: lavoratori in nero a 2,50 euro ogni ora in un call center

0
781

La Slc Cgil di Taranto ha scoperto un call center con lavoratori in nero costretti a operare in un garage”.

Ancora più inquietante – denuncia il segretario provinciale del sindacato, Andrea Lumino – è che i titolari del call center, pur vantando una commessa con Telecom Italia retribuiva i lavoratori con 2,50 euro per ogni ora. Ma non è tutto perché basterebbe osservare l’ingresso del luogo di lavoro per comprendere la realtà nella quale queste persone erano costrette a operare fino a sei ore al giorno: una saracinesca sulla pubblica strada”. Alla luce di questa “ennesima storia di nuova schiavitù – aggiunge Lumino, che ha incontrato nei giorni scorsi l’assessore regionale al Lavoro Sebastiano Leo – sentiamo come Slc Cgil il bisogno di rilanciare la necessità che gli impegni assunti dalla Regione Puglia possano portare a soluzioni efficaci nel più breve tempo possibile. Restiamo accanto a questi lavoratori che hanno il diritto di vedere riconosciuto quanto previsto dalla legge”.

Fonte Ansa

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO