Al Teatro Giordano di Foggia debutto in anteprima nazionale di “Questi fantasmi”

0
456

Domani sabato 15 alle 21.00 e domenica 16 ottobre alle 18.00 al Teatro Giordano di Foggia il debutto in anteprima nazionale di Questi Fantasmi diEduardo De Filippo, la regia di Marco Tullio Giordana.

A circa un anno dalla prematura scomparsa di Luca De Filippo, la Elledieffe, la compagnia teatrale che porta il nome del grande attore e regista, oggi diretta da Carolina Rosi, mette dunque in scena il capolavoro eduardiano.  “Un debutto importante per la compagnia – così Carolina Rosi –  sintesi di un lavoro che avvia percorsi artistici condivisi, e che continua, nel rigoroso segno di Luca, a rappresentare e proteggere l’immenso patrimonio culturale di una delle più antiche famiglie della tradizione teatrale italiana”. Dopo Foggia lo spettacolo sarà al Teatro della Pergola a Firenze (da martedì 18 a domenica 23 ottobre).

Da mercoledì scorso la produzione è a Foggia con tutti gli attori e Marco Tullio Giordana per l’allestimento e le prove. Spettacolo in fuori abbonamento. A settant’anni dalla sua prima rappresentazione (avvenuta il 7 gennaio 1946 al Teatro Eliseo di Roma), Questi fantasmi in un’edizione affidata a uno dei più rigorosi e autorevoli registi italiani. Nel cast, che unisce diverse generazioni di attori, ci sono Gianfelice Imparato, nel ruolo di Pasquale Lojacono, affiancato da Carolina Rosi (Maria, la moglie) e da Nicola Di Pinto, Massimo Di Matteo, Giovanni Allocca, Paola Fulciniti, Gianni Cannavacciuolo, fino ai giovanissimi Carmen Annibale, Federica Altamura, Andrea  Cioffi, Viola Forestiero. La scenografia e le luci sono di Gianni Carluccio, i costumi di Francesca Livia Sartori, le musiche di Andrea Farri.

– “Questi Fantasmi” del 15 e 16 ottobre 2016  vendita biglietti a partire dalle ore 10 del  07/10/2016 nei punti vendita e on-line Bookingshow.

Info:  0881792908 Botteghino Teatro Giordano –  www.teatrogiordano.itwww.teatropubblicopugliese.it – app teatrogiordano.

Fonte: Ufficio Stampa Teatro Pubblico Pugliese

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO