Bari: presentazione della mostra “Il segno della passione”

0
820
Giovedì 13 ottobre, alle 17, nel Salone degli Affreschi al primo piano del Palazzo Ateneo di Bari (Piazza Umberto), sarà presentata la mostra «Il segno della passione/El signo de la pasión, Disegni contemporanei di Spagna e Italia a confronto», a cura di Patrizia D’Orazio, Magda Milano, Giusy Petruzzelli, Ricardo Horcajada. La mostra si inaugurerà venerdì 14 ottobre, alle 18, nella sede di Mola di Bari (via Cesare Battisti 22) dell’Accademia di Belle Arti di Bari. È la seconda tappa dell’evento che ha avuto una prima esposizione alla Facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid dal 7 al 21 settembre scorso.
n occasione dell’incontro nel Salone degli Affreschi si esibirà il Coro “Dicunt”, diretto da Leonardi Grittani, su brani di Javier Bustos, Francisco Vila e Miguel Matamoros. A seguire lo stesso Grittani (flauto) e Maurizio Zaccaria (pianoforte) eseguiranno musiche di Casella e Ravel. L’organizzazione è a cura di Dicunt (associazione internazionale di Lingua, Cultura e Ricerca), che dedica particolare attenzione alla diffusione della cultura spagnola a Bari e in Italia.
Nella mostra di Mola saranno esposti i disegni dei professori, dei cultori della materia e degli studenti della Facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid e del Dipartimento Arti Visive dell’Accademia di Belle Arti di Bari, selezionati da una commissione formata dal direttore dell’Accademia Giuseppe Sylos Labini e dai docenti D’Orazio, Milano, Petruzzelli e Horcajada.
 
L’iniziativa si svolge all’interno del programma europeo Erasmus+, per lo sviluppo delle relazioni fra i Paesi dell’Unione Europea. Il titolo della mostra fa riferimento all’indole appassionata dei popoli spagnolo e italiano, che si manifesta anche nel disegno. La scelta di questa tecnica per i lavori è stata operata perché s’intende focalizzare l’attenzione sull’importanza che il disegno ancora possiede nella cultura artistica attuale, mostrando l’evoluzione che esso fa registrare nel Contemporaneo, rispetto al disegno accademico.
La mostra si avvale dei patrocini di Comune di Bari, Facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid, dell’Accademia di Belle Arti di Bari, dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, della Biblioteca Musical Victor Espinós di Madrid, dell’Associazione Dicunt di Bari, l’Associazione Pugliesi in Spagna.
Info: Sarà visitabile fino al 28 ottobre 2016, dal lunedì al giovedì, dalle 9 alle 18, 335.814.80.57 e 080.473.37.03.
Fonte: Ufficio stampa Associazione Dicunt
di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO