A Corato al via “Verso Sud Festival”, l’arte è di strada

0
987

Provocazioni d’artista, poesie come pratica quotidiana, arte pubblica, concerti, teatro, la bellezza come strumento di socializzazione e di incontro, questo e altro sarà “Verso Sud”, festival di arte pubblica, poesia e arti performative, prodotto dall’Associazione “Lavorare Stanca” con il patrocinio del Comune di Corato, la collaborazione con il Forum dei giovani e sostegno di Gruppo Casillo, Unicredit, Banca popolare di Puglia e Basilicata e pasta Granoro.

Dopo lo scalpore suscitato l’anno scorso (si pensi al grande murales di Gomez dedicato a Di Vagno e ancora visibile in piazza Abbazia a Corato) il festival terrà la sua seconda edizione sempre nelle piazze e nelle vie di Corato (BA) da mercoledì 12 a domenica 16 ottobre, con alcuni importanti fuori programma anche nei giorni successivi.

Anche quest’anno la rassegna vanta un programma molto denso, con oltre 30 appuntamenti, circa cinquanta artisti nazionali e internazionali e interventi di personalità della cultura, dell’arte e dell’impresa.

 A confrontarsi col tema dell’abbandono, scelto quest’anno dai curatori come filo rosso della rassegna, saranno alcuni tra i nomi più importanti dell’arte pubblica internazionale; accanto agli italiani Edoardo Tresoldi, Alberonero, e Claudio Laudani (per il pittore veneto si tratta della prima personale in Puglia) saranno a Corato anche l’argentina Hyuro e lo spagnolo Sam3.

Di alto livello anche le performance poetiche, che vedranno protagonisti alcuni dei maggiori poeti contemporanei, come Claudia Fabris, Paolo Maria Cristalli, Vincenzo Mastropirro e Daniel Cundari.

In cartellone anche due appuntamenti con il teatro – i monologhi di Giuseppe Semeraro e Roberto Corradino – e diversi appuntamenti con la musica rara, come l’assolo del fisarmonicista Carmine Ioanna, il duo Caterina Palazzi e Antonio Raia, la tarantella psichedelica dei Kalàscima e i canti meridiani di Terrae.

A completare il programma una serie di escursioni e di incursioni artistiche/poetiche nelle strade di Corato, per un festival che punta a coinvolgere e sconvolgere gli spettatori.

 “La narrazione del Sud nell’epoca contemporanea – spiegano Giuliano Maroccini e Luigi Piccarreta, curatori del festival – risente ancora di troppi stereotipi e approssimazioni. Invece, lontano dalle retoriche dominanti, esiste un meridione operoso e contemplativo, arcaico e innovativo, capace di guardare al futuro partendo dalle proprie radici, in una prospettiva di cambiamento che valorizzi la soluzione creativa dei problemi.

Con il nostro festival vogliamo provare a proporre un’immagine di un Sud multiforme, poliedrico, a volte contraddittorio e squilibrato, ma ricco di spinte, di energie, di slanci verso un modello che unisca scrupolo e utopia, poesia ed economia: si può vincere l’inerzia con la creatività, contrapporre l’incanto dei luoghi alla rassegnazione.”

Tutto il programma del festival è su www.lavorarestancapuglia.it

Su facebook: Verso Sud Festival ( @VersoSudFestival)

 

Verso Sud Festival

L’arte è di strada

II Edizione – Programma completo

12 OTTOBRE

Piazza Abbazia – dalle ore 20.30

Inaugurazione

Edoardo Tresoldi – Corale

sculture trasparenti

____________

Le sculture di Tresoldi inseguono immagini dai contorni rarefatti. Perimetri fragili che dialogano con l’ambiente che li circonda, in equilibrio tra pieni e vuoti, luce e ombra.

Paolo Maria Cristalli – Parlato per l’inverno

Monologo in chiaroscuro

____________

La poesia lascia il tempo che trova / e ne cerca un altro. Paolo Maria Cristalli, poeta e autore di canzoni, vive con tre gatti tra fastidiose correnti di povertà che il clima adriatico-istituzionale non vuole in alcun modo mitigare. E’ nato nel 1957, non sa quando morirà, altrimenti ve lo direbbe volentieri.

____________

 

Carmine Ioanna – Solo

Concerto per fisarmonica

____________

Tra i massimi interpreti della fisarmonica, Ioanna rivela una passione manifesta per la melodia mediterranea, passando per arie di matrice folk del meridione italiano fino a toccare le corde più avanguardistiche del jazz

____________

 

13 OTTOBRE

Piazza Abbazia – dalle ore 20.30

 

Claudio Laudani – Hypnagogia

inaugurazione mostra personale d’arte contemporanea

____________

Laudani è quel che si dice un pittore figurativo e buona parte della sua produzione è di oggetto sacro. Nei suoi quadri forte è la presenza della morte, anche quando viene rappresentata la natalità: feti che penzolano, femminini squarciati e fumiganti, cristi vulnerati che urlano. Eppure non si tratta semplicemente di illustrazioni, rappresentazioni, evocazioni della morte, quanto di una sua restituzione all’esistenza, alla sfera della vita.

____________

 

Caterina Palazzi e Antonio Raia –  desideri e distorsioni per contrabbasso e sax su pittura di Laudani

____________

 

Caterina Palazzi propone un sound continuamente in divenire tra jazz, rock strumentale e sperimentazione. Una conversazione stimolante tra scrittura e improvvisazione, in cui le urla sorde sax si mescolano a distorsioni elettroniche e allucinatorie

____________

 

Daniel Cundari e Vincenzo Mastropirro – Il Sud nel Sangue

Duello fonetico

____________

La poesia di Cundari e Mastropirro nasce dalle viscere, dal rumore della terra. E alla terra ritorna.

____________

 

14 OTTOBRE

Chiostra D’Onofrio  – ore 10.00

Sam3, Arte Pubblica – inizio lavori

____________

Gli interventi di Sam3 sono volti a estrarre o sottrarre dall’esistente nuove configurazioni: “Sono sempre stato affascinato dall’idea del simbolo, qualcosa che contiene più di un significato e dice più di una sola cosa. Non c’è bisogno di cercare l’arte in uno studio, né in una galleria. L’arte è in tutto il mondo, nelle porte arrugginite, nei muri scrostati. Quando lavoro in strada ho solo bisogno di dipingere gli ultimi ritocchi, per posizionare i caratteri della scena”.

____________

 

Via Duomo – ore 20.00

Claudia Fabris – L’ Ape regina – performance

Nostra Signora dei Palloncini portata in processione per le vie della città

____________

Una processione laica, religiosa, pagana, lirica, barocca, romanica, romantica accompagnata da una banda di 45 elementi capaci di far suonare ogni oggetto quotidiano e da uno stuolo di bambini che doneranno parole ai passanti

____________

 

Chiostro del Palazzo di Città – ore 21.30

Terrae – Puglia: canti, disincanti, tradizioni, tradimenti

concerto

____________

In Canti e Disincanti, la tradizione popolare è rivissuta  con spirito contemporaneo, vivo e infedele che ne garantisce nuova vita e rinnovata pulsione. Il campo d’azione musicale si allarga dal meridione d’Italia verso quadri sonori di terre più lontane e variegate, ma unite da un comune, istintivo, ancestrale sentire.

 

15 OTTOBRE

Centro Storico – ore 10.00

Emanuele Poki – manutenzione dello sguardo – laboratorio a passo d’uomo

passeggiata aperta a tutti, laboratorio di poster art riservato agli studenti del liceo artistico

____________

Il laboratorio si propone di introdurre al mondo dell’arte di strada attraverso l’osservazione critica dell’ambiente circostante e una prima impressione pratica di alcune delle tecniche più utilizzate.
Più che le capacità tecniche, il laboratorio sfrutta la fantasia e il mondo creativo dell’individuo; punta all’immaginazione di una città diversa, e alla sua possibile trasformazione per mezzo dell’inserimento di nuovi elementi di relazione nello spazio che ci circonda

____________

 

Centro Storico – ore 10.00

Daniele Geniale – poesia strada strada

passeggiata aperta a tutti, laboratorio di street poetry riservato agli studenti del liceo artistico

___________

“Che la gente non legga poesia non significa che non ne abbia bisogno”. Sulle porte murate, negli angoli abbandonati, compariranno i versi dei poeti che partecipano al festival, scelti dai ragazzi delle scuole.

____________

 

Piazza Abbazia – ore 15.00

Il caffè della controra – sconfinamenti; con Donato Laborante e Mario Dal Mare

a seguire: la tedesca con l’artista (se portate il pallone)

____________

La controra è un’interruzione volontaria del fluire del tempo, condizione di possibilità per ogni altra attività. Si pone l’otium, il silenzio, non come conseguenza, ma come premessa all’azione, uno stato di apertura, di attesa, di vuoto, di pre-occupazione che diventa condizione indispensabile per la ricerca e la comprensione dei fenomeni che ci stanno a cuore

 

Via Duomo – ore 16.00

Street Sud – apertura dei mercatini del gusto e dell’artigianato

in collaborazione con i produttori del Fa’

____________

Artisti, artigiani, autoproduttori: storie e prodotti di chi è ripartito dalla sapienza della terra, dall’antica religione delle mani

____________

 

Chiostro Palazzo Gioia – ore 18.00

Oltre il decoro – arte pubblica e rigenerazione umana

con: Aldo Patruno, Beppe Dell’Aquila, Luca Boffi, Massimo Mazzilli, Gaetano Prisciantelli, Luca Basso, Lavorare Stanca; modera: Antonio Oriente

_________

La cosiddetta street art è un fenomeno crescente che vede un numero sempre maggiore di «opere d’arte»  abitare lo spazio pubblico per attivare o generare un cambiamento. Tali pratiche esprimono un potenziale di trasformazione ma evidenziano la necessità di costruire un nuovo vocabolario, uscendo dalle retoriche decorative o narcisistiche, per giungere a innescare processi reali di riappropriazione e re-invenzione, dello spazio urbano e sociale

____________

 

Chiostro Giudice di Pace – ore 19.00

Claudia Fabris – La cameriera di poesia

performance interattiva

____________

Questa ristorAzione nasce dal desiderio di nutrire lo spirito con la stessa cura con cui si nutre il corpo, offrendo la possibilità di ascoltare le parole incorniciate dal silenzio dopo averle scelte dai menù proposti, esattamente come in un ristorante. I commensali hanno a disposizione delle cuffie senza fili attraverso le quali vengono serviti i testi. La poesia risuonerà nell’intimità dell’ascolto di ognuno come in una chiesa vuota dove la voce riverbera, per restituire alla parola la sua dimensione originale, poetica

 

Larghetto Santa Maria Greca – ore 20.30

Giuseppe Semeraro  – Digiunando davanti al mare.

Per un racconto su Danilo Dolci

____________

Digiunando davanti al mare non è solo uno spettacolo teatrale che racconta le battaglie civili di Danilo Dolci e dei suoi collaboratori nella Sicilia degli anni ’50, è soprattutto un’azione poetica che intende raccogliere oggi, quelle sfide tutt’altro che risolte.

____________

Piazza dei Bambini – ore 22.00

Kalàscima in concerto – Psychedelic Trance Tarantella

____________

La musica dei Kalascima rompe gli schemi, fa entrare nelle trame della musica popolare salentina una ventata elettronica e visionaria, declina al contemporaneo (con uno sguardo sul futuro) una storia di lotte, di terra, di passioni, di danze frenetiche. Facendo entrare in una connessione vibrante, come mai era successo sino a ora, le radici e la tecnologia.

____________

Chiostra d’Onofrio – ore 00.00

Giuseppe Semeraro – Due parole in croce

reading per chitarra e voce

 

Cerco di prendere la parola poetica e accompagnarla in una visione, in un quadro scenico, cerco di incarnare le mie parole con la mia vita e con quel poco che è la vita mi metto davanti al pubblico. Voglio che la poesia esca dal suo guscio e incontri il pubblico parlando alla gente in maniera diretta e guardarla negli occhi nel momento in cui la parola diventa il luogo di quell’incontro.

____________

 

Larghetto Mastrosanto – ore 1.00

Livio & Manfredi – [s]concerto notturno

____________

Musica senza freni inibitori, dal Sud in giù, fino a raschiare il fondo

 

16 OTTOBRE

Sagrato Chiesa Matrice – ore 10.30

Animàlia – processione e benedizione degli animali

____________

 

Chiostro Giudice di Pace – ore 11.00

Claudia Fabris – La cameriera di poesia per bambini

performance interattiva

____________

Questa ristorAzione nasce dal desiderio di nutrire lo spirito con la stessa cura con cui si nutre il corpo, offrendo la possibilità di ascoltare le parole incorniciate dal silenzio dopo averle scelte dai menù proposti, esattamente come in un ristorante. I commensali hanno a disposizione delle cuffie senza fili attraverso le quali vengono serviti i testi. La poesia risuonerà nell’intimità dell’ascolto di ognuno come in una chiesa vuota dove la voce riverbera, per restituire alla parola la sua dimensione originale, poetica.

____________

 

Piazza Abbazia – ore 15.00

Il caffè della controra – che stai a fare? con Donato Laborante e Mario Dal Mare

a seguire: la tedesca con l’artista ( sempre se portate il pallone)

____________

La controra è un’interruzione volontaria del fluire del tempo, condizione di possibilità per ogni altra attività. Si pone l’otium, il silenzio, non come conseguenza, ma come premessa all’azione, uno stato di apertura, di attesa, di vuoto, di pre-occupazione che diventa condizione indispensabile per la ricerca e la comprensione dei fenomeni che ci stanno a cuore

____________

Stazione di Corato – binario – ore 16.00

Alberonero

Arte Pubblica – inizio lavori

____________

Il quadrato è per Alberonero forma primaria e completa: la giustapposizione e la moltiplicazione di questa forma base permette all’artista lombardo di intervenire sulle tre dimensioni dell’architettura attraverso una griglia geometrica planare e minimale. L’approccio alla parete è fortemente posto in relazione, o in netta contrapposizione, con l’intorno nella quale essa è inscritta

____________

 

Piazza dei bambini – ore 17.00

Biblioapecar! Fatti pungere dalla voglia di leggere!

____________

Biblioteca itinerante per bambini per portare i libri e la cultura in ogni dove

____________

 

Chiostro Palazzo Gioia – ore 18.00

Alessandro Cacciato  – Il sud vola. Viaggio tra start up e giovani innovatori

____________

“Il Sud Vola” è una raccolta di interviste, incontri ed esperienze vissute in prima persona da Alessandro Cacciato, uno degli osservatori dell’innovazione in Italia. La narrazione spazia tra i settori più diversi: dalla tecnologia all’artigianato, dall’agricoltura alla politica fino al sociale, garantendo al lettore uno spaccato di un Sud Italia che, grazie all’esempio di molti giovani, sta riscoprendo se stesso.

____________

 

Chiostro Giudice di Pace – ore 19.00

Claudia Fabris – La cameriera di poesia – perfomance interattiva

____________

Questa ristorAzione nasce dal desiderio di nutrire lo spirito con la stessa cura con cui si nutre il corpo, offrendo la possibilità di ascoltare le parole incorniciate dal silenzio dopo averle scelte dai menù proposti, esattamente come in un ristorante. I commensali hanno a disposizione delle cuffie senza fili attraverso le quali vengono serviti i testi. La poesia risuonerà nell’intimità dell’ascolto di ognuno come in una chiesa vuota dove la voce riverbera, per restituire alla parola la sua dimensione originale, poetica

__________

Larghetto Santa Maria Greca – ore 20.30

Roberto Corradino – Skàusche

____________

Skàusche in dialetto murgiano significa scheggia, bruscolo, pagliuzza cosa da niente nullità ed è la storia di un pastore suicida, di una lingua che muore, di una terra che viene rivoltata, di una pietra che non suona più. È l’ultimo ululato di un ‘cane di jazzo’, i cani dei pastori murgiani, alla vita

____________

 

Piazza dei bambini – ore 22.00

Bembè  – Echi delle murge; a seguire: la discoteca con Hardeed

__________

Echi delle Murge è un concerto-delirio per ensemble “misto” tra multipercussioni e strumenti melodici, strumenti colti e raccolti, danze e voci, con 40 ragazzi in scena che rievocano le suggestioni “vissute” sulla Murgia mescolate a quella dose di follia che ci solleva e ci libera; dove la musica – i suoni che abitano i corpi, gli strumenti, le cose – trovano unità e armonia.

 

Altri fatti

Rizek – Incursioni e fughe

Kalura art & clothing (Via Roma)

Guendalina Salini – Patria invisibile; disegno impermanente (cercatelo)

Elvira Frak – Riflettendoci (Via Duomo)

Gigio Borriello – un trombone disperso (itinerante)

Bassa banda coratina (itinerante)

Mauro Leuce – Majakovskij in carrozzella (itinerante)

Riciclaggio poetico del denaro (P.za Sedile)

Prove pratiche di abbandono (P.za Sedile)

Fallo tu: disegna il cazzo che vuoi (non sappiamo ancora dove)

Scale scale (Vico Mummù)

 

Le cose qui descritte accadranno insieme ad altre frutto degli estri, degli incontri, del caso

 

FUORI PROGRAMMA

20 OTTOBRE

Larghetto Santa Maria Greca – ore 10.00

Hyuro

Arte pubblica – Inizio lavori

____________

Nella pittura di Hyuro  domina l’elemento femminile: evocato, più che rappresentato. Le sagome perdono la loro connotazione individuale per diventare archetipi, simboli, frammenti dell’intimo. A prevalere è la luce livida, la piega del vestito, morbida.

 

____________

 

23 OTTOBRE

 

Larghetto Santa Maria Greca – ore 20.00

Hyuro – fine lavori: inaugurazione

____________

Saverio La Ruina – Dissonorata. Un delitto d’onore in Calabria

info e prenotazioni 3486417661

____________

Dissonorata è la storia di una ragazza del Sud in un dopoguerra attanagliato dalla fame e dall’ignoranza quando le donne erano imbozzolate in un reticolo di sopraffazioni. “La Ruina è una presenza indiscutibile, lo si capisce subito, dopo due minuti che lo si vede o lo si sente parlare, o recitare, o raccontare, forse il verbo giusto è raccontare. C’è una sedia, in un semibuio, in fondo c’è solo un musicista…”

____________

Fonte Luca Basso

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO