Multicinema Galleria di Bari: domani e mercoledì in proiezione “One More Time With Feeling”

0
689

Martedì 27 (in 2D) e mercoledì 28 settembre (in 3D, orari per entrambi i giorni 18.45 – 21.15) sarà proiettato al Multicinema Galleria di Bari, One More Time With Feeling, il film che accompagna l’uscita del nuovo album di Nick Cave and the Bad Seeds, Skeleton Tree.

Il regista Andrew Dominik, torna dietro la macchina da presa per raccontare la nascita del nuovo disco di Cave, il primo dopo il drammatico lutto che ha colpito l’artista lo scorso anno con la morte del figlio quindicenne.

One More Time With Feeling è prima di tutto un film-performance nel quale Nick Cave & The Bad Seeds interpretano per la prima volta le canzoni di Skeleton Tree. Lo stile fotografico del film – girato in bianco e nero, a colori e in 3D – riflette l’intimità e l’austerità dell’album, testimonianza cruda e fragile di un artista che tenta di trovare la sua strada attraverso l’oscurità. Performance live delle nuove canzoni si intrecciano a interviste e riprese di Dominik, accompagnate dalla narrazione intermittente e da improvvisazioni e riflessioni estemporanee di Cave che creano un’esperienza coinvolgente, intensa ed elegante. L’album di Nick Cave & the Bad Seeds, rilasciato a mezzanotte del 9 Settembre 2016, è appena entrato al n. 2 nella top ten della settimana di uscita e al n. 1 della classifica vinili. Il cinema sarà così il luogo d’eccellenza in cui ascoltare e sperimentare le nuove canzoni dell’artista australiano.

Il progetto segna il ritorno di Cave sugli schermi cinematografici, dopo il documentario di due anni fa, 20.000 giorni sulla terra di Iain Forsyth e Jane Pollard, che ha incassato oltre 4 milioni di dollari a livello globale. Skeleton Tree ha iniziato invece il suo viaggio nella seconda metà del 2014 ai Retreat Studios di Brighton, sessions aggiuntive sono state realizzate ai La Frette Studios in Francia nell’autunno del 2015. L’album è stato infine mixato agli AIR Studios di Londra a inizio 2016.

Infotel: 080.521.45.63.

Fonte Ufficio stampa Multicinema Galleria

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO