Bari prima città metropolitana ad attivare identità digitale unica SPID

0
761

Stamattina il sindaco di Bari Antonio Decaro, l’assessore all’Innovazione tecnologica Angelo Tomasicchio, il direttore della ripartizione Innovazione tecnologica Antonio Cantatore e il responsabile dell’ufficio Innovazione e digitalizzazione della PA del ministero della Funzione pubblica Elio Gullo hanno presentato il sistema di autenticazione nazionale SPID, che permette agli utenti di essere riconosciuti e ricevere le credenziali per accedere a tutti i servizi online della pubblica amministrazione e a molti servizi privati.

Da qualche giorno, infatti, sulla piattaforma egov.ba.it, sono state completate le attività di integrazione tra l’ambiente di test del portale e-Gov di Area Vasta Bari e gli ambienti di collaudo degli IDP SPID (InfoCert, Poste Italiane, TIM e Sielte), è possibile accedere ai servizi online del Comune di Bari disponibili sulla piattaforma e-Gov anche con l’identità digitale SPID.

La piattaforma unica di erogazione dei servizi, adottata da 28 Comuni dell’Area Vasta, consente di raggiungere un’utenza potenziale di un milione di cittadini che, con un unica identità SPID, potranno accedere non solo ai servizi di ognuno dei 28 Comuni, ma anche a quelli erogati da tutte le pubbliche amministrazioni italiane. Per dimensione del bacino di utenza e per quantità di servizi offerti, si tratta di una delle più vaste attivazioni di SPID nella PA Italiana.

Al termine degli interventi il direttore della ripartizione Innovazione tecnologica Antonio Cantatore ha offerto una breve dimostrazione dell’accesso ai servizi sulla piattaforma egov.ba.it tramite SPID.

Fonte Ufficio stampa Comune di Bari

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO