Susanna Camusso a Bari: per il Mezzogiorno “una politica unitaria delle Regioni”

0
778

“Cantiere Mezzogiorno: le proposte per tornare a crescere”, è questo il tema del convegno organizzato da Filctem-Cgil   che si è tenuto in Fiera del Levante di Bari, tra i convenuti il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso.

Un Sud che ha bisogno di ripartire, lo si dice da tempo ma le politiche nazionali sembrano ignorare la questione. Nell’ambito del convegno la Camusso ha ribadito che è necessaria una “politica unitaria delle Regioni del Mezzogiorno”.

Tra le potenzialità del Sud le imprese,  importanti risorse sulle quali investire per lo sviluppo del sud e per le opportunità lavorative.

La proposta fatta dalla Filctem parte dalla ottimizzazione dell’utilizzo dei fondi strutturali 2014-2020 che ammontano a 56 miliardi di euro, superando la frammentazione degli interventi.

A questo proposito il viceministro dello Sviluppo Economico, Teresa Bellanova, ha sottolineato che “è finito il tempo per cui si devono fare interventi spot. Il Mezzogiorno – ha spiegato – ha bisogno di recuperare velocità di spesa e individuare le opere da fare. Questa parte del territorio ha bisogno di una maggiore presenza produttiva, di maggiore creazione di opportunità di lavoro. Il Mezzogiorno – ha concluso – non è solo sole e divertificio, penso che bisogna rafforzare la presenza del manifatturiero. Necessario un governo serio fra governo e Regioni”.

Cantiere Mezzogiorno prevede lo sviluppo delle infrastrutture e delle reti, materiali e immateriali, oltre alla creazione di Zes (Zone economiche speciali) da utilizzare in aree particolarmente depresse.

di Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO