I giovani chef dell’Istituto Perotti alla Fiera del Levante

0
892

Da giovedì 15 a sabato 17 settembre, l’area showcooking  all’interno della Fiera del Levante sarà curata dai giovani chef dell’Istituto professionale alberghiero Perotti di Bari.

Chef alla prova alla Fiera del Levante di Bari, questa volta sono i giovani dell’Istituto Alberghiero Perotti di Bari,  protagonisti nella Galleria 13.

Ricette, messaggi, impasti e storie, diversi gli appuntamenti: si parte alle 11 con l’art-cook-performer partenopeo  Luigi D’Alessio che proporrà il primo showcooking dedicato alla pizza fritta, simbolo della cultura gastronomica partenopea. A partire dalle 14 la staffetta food dello spazio organizzato dal Consorzio Puglia Natura in partnership con la Regione Puglia, passa ai maestri dell’Associazione panificatori di Bari e provincia.

Nel pomeriggio, dalle 17, D’Alessio sarà accompagnato da Marco Malasomma, sound designer, compositore e fondatore di White Noise Generator. Malasomma preparerà gustose “miscele sonore” d’accompagnamento a quelle culinarie, dolci e salate. Come le graffe fritte: una storia di tutta dolcezza che dalle mani della pasticcera tedesca Cecilia Krapf, giunge, insieme alle vicende della dominazione austro-ungarica, a Napoli che la accoglie e la personalizza.

Alle 19, sempre a cura di D’Alessio e Malasomma, lo showcooking dal titolo “Il rispetto di madre terra come pane…e per companatico la giustizia globale!”: un laboratorio esperienziale sulla lievitazione in tutte le sue forme per ritornare a gustare il piacere di manipolare, impastare e modellare. Per creare un cibo ecologico e solidale, glocale e salutare.

Da giovedì 15 a sabato 17 settembre, l’area showcooking sarà interamente curata dai giovani chef dell’ Istituto professionale alberghiero Perotti di Bari.

Consueti gli appuntamenti con i corsi di avvicinamento sensoriale all’olio  extravergine d’oliva biologico alle 12 e alle 17 al Bar dell’olio (www.premiobiol.it).

Nell’area teatro sempre in compagnia del teatro sostenibile di Koinè (www.database.it) continuano gli appuntamenti con la performance partecipata de “Il minestrone” alle 11, 16, 18 e 20.

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO