Capurso: per il Movimento 5 Stelle si ignora il ruolo dell’opposizione a Palazzo Città

0
1289

“L’opposizione a Capurso viene continuamente ignorata!!”, è quanto è affermato nella nota a firma del Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle Capurso, in discussione la mancata “replica” in merito alle interrogazioni a risposta scritta rispettivamente sul progetto DEEP IMPACT (30/06/2016 prot.n. 24244) e sul Piano Regolatore Illuminazione Comunale (21 luglio 2016 prot.n. 15416).

Ci vediamo dunque costretti- si sottolinea in nota- se la perseveranza nella violazione dovesse continuare, ad inoltrare al Presidente del Consiglio comunale e per conoscenza al Prefetto di Bari, all’Assessore con delega agli Enti locali della Regione Puglia, nonché all’Ispettorato della Funzione Pubblica, un atto stragiudiziale di diffida e contestuale messa in mora a provvedere per mancata osservanza del Testo Unico degli Enti Locali, in merito alle mancate risposte alle interrogazioni presentate“.

Altra questione la non convocazione della  3^ commissione  per la discussione del regolamento comunale sulle sale da gioco e giochi leciti, per Mario Elia “l’amministrazione uscente non è nuova a trascurare l’opposizione”, “e’brutto dirlo – continua Elia – utilizzare i media per farlo presente agli amministratori di maggioranza, ma riteniamo che solo così, forse, degneranno l’opposizione pentastellata di un po’ di attenzione”.

di Antonio Carbonara

foto di Capurso on line

Testo integrale del comunicato stampa:

Siamo alle solite!!, Siamo alle solite perché l’opposizione a Capurso viene continuamente ignorata!!E’ brutto dirlo con rabbia e utilizzare i media per farlo presente agli amministratori di maggioranza, ma riteniamo che solo così, forse, degneranno l’opposizione pentastellata di un po’ di attenzione. Lo sappiamo che ci sono state le ferie, che quello appena passato è il mese di agosto, che ci sono stati impellenti e urgenti impegni cui far fronte: la festa patronale e il cartellone della cultura. Quello che chiediamo è: perché non ci è stata data replica in merito alle interrogazioni a risposta scritta rispettivamente sul progetto DEEP IMPACT (30/06/2016 prot.n. 24244) e sul Piano Regolatore Illuminazione Comunale (21 luglio 2016 prot.n. 15416)? Capiamo bene che “Sindaci ai fornelli” abbia portato via molto tempo al nostro sindaco, ma non rispondendoci viola alcune leggi tra le quali il Decreto Legislativo n.267/2000 (TUEL), all’articolo 43, che prevede, da una parte, il diritto dei consiglieri comunali di presentare interrogazioni e mozioni e di ottenere dagli uffici competenti tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all’espletamento del proprio mandato, e, dall’altra parte, l’obbligo per il Sindaco o gli Assessori da esso delegati di rispondere entro 30 giorni alle interrogazioni ed ad ogni altra istanza di natura ispettiva presentata dai consiglieri. La risposta alle interrogazioni poste dai consiglieri comunali, da parte dell’amministrazione, è un adempimento obbligatorio per legge. Ci vediamo dunque costretti, se la perseveranza nella violazione dovesse continuare, ad inoltrare al Presidente del Consiglio comunale e per conoscenza al Prefetto di Bari, all’Assessore con delega agli Enti locali della Regione Puglia, nonché all’Ispettorato della Funzione Pubblica, un atto stragiudiziale di diffida e contestuale messa in mora a provvedere per mancata osservanza del Testo Unico degli Enti Locali, in merito alle mancate risposte alle interrogazioni presentate.Dobbiamo precisare che l’amministrazione uscente non è nuova a “trascurare” l’opposizione. Dopo aver convocato la 3^ commissione in data 29/01/2016 per permettere al portavoce Mario Elia di presentare regolamento comunale sulle sale da gioco e giochi leciti. Alla data odierna il regolamento è stato completamente dimenticato, non sono state convocate commissioni ne tanto mento è stata fissata una data nonostante le pressioni esercitate dal consigliere in merito alla discussione di un così delicato tema.Se tante e varie sono state le “giustificazioni” della maggioranza, si sono tutte concluse con le solite parole  “faremo…vedremo…” , parole dal suono passato quanto “ la vecchia politica”. Rimaniamo in attesa.

Gruppoconsiliare

(Movimento 5 Stelle Capurso)

LASCIA UN COMMENTO