Un ponte tra Bari e Stettino in occasione della settimana della cultura italiana

0
738

La Fondazione Nikolaos, in collaborazione con Assoapulian, torna nella città di Stettino, in Polonia, per rafforzare il rapporto di gemellaggio fra la città di Bari e quella polacca, in occasione della settimana della cultura italiana a Stettino, che si svolgerà dal 17 al 23 ottobre 2016.

Il progetto si presenta come una nuova strategia di marketing territoriale tra la Città di Bari e il Comune di Stettino, città gemellate e collegate alle differenti forme d’arte presenti sui territori, al fianco di istituzioni come la Regione Puglia, il Comune di Bari, il Comune di Stettino, la CCIAA di Bari, l’Università di Stettino.

Lunedì 5 settembre si è svolta, nella Sala Giunta del Comune di Bari, una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il sindaco Antonio Decaro e l’assessore alla Cultura Silvio Maselli, che hanno incontrato il Presidente del Consiglio Comunale di Stettino Mariusz Bagiński eil vicesindaco della città polaccaKrzysztof Soska. Sono intervenuti anche il presidente e vicepresidente della Fondazione Nikolaos, rispettivamente Vito Giordano Cardone e Roberto Di Marcantonio,il Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bari Giuseppe Sylos Labini, il docente, scenografo e costumista Tommaso Lagattolla, il fotografoVincenzo Catalano e la pianista e musicologa Adriana De Serio.

Per quanto concerne I Colori di Puglia, si tratta della seconda edizione e si svolgerà dal 20 al 23 ottobre 2016 presso la struttura turistica Stara Rzesnia di Stettino. Sarà presentato un percorso enogastronomico e turistico del tacco d’Italia: è su queste premesse che la AssoApulian e la Fondazione Nikolaosintendono proseguire il loro impegno, con l’obiettivo di erigere un “ponte” che colleghi idealmente la terra di Bari alla città di Stettino. Entrambe dovranno così diventare un appetibile palcoscenico internazionale, ove attraverso accordi tra imprenditori e istituzioni possa essere dato impulso al territorio, proiettandolo in un contesto sempre più ampio e diversificato.

La Puglia è una regione affascinante sotto molti aspetti. Storia, cultura, arte e tradizione, hanno da sempre contraddistinto questa antica terra in ogni aspetto della vita sociale della sua gente. Nella Cultura e nella tradizione della Puglia, il vino, l’olio, il pane, le verdure e la pasta hanno sempre svolto un ruolo fondamentale, fino a divenire un elemento indissolubile della sua storia. Da qui l’idea di organizzare a Stettino una manifestazione dedicata all’Enogastronomia e al Turismo, una vetrina privilegiata del Made in Puglia volta a creare sinergie tra le aziende pugliesi e un vasto pubblico di addetti al settore ed appassionati. La manifestazione ha come intento quello di diffondere la cultura del buon bere e del buon mangiare, e quindi promuovere i valori culturali, turistici ed enogastronomici. Saranno anche esaltate le peculiarità delle strutture ricettive e dei prodotti enogastronomici pugliesi, offrendo agli espositori delle concrete opportunità di contatto con i principali Tour Operator. Altro tassello fondamentale in cui la Puglia presentata a Stettino farà bella mostra di sé, è il comparto delwedding: molti resort di Puglia sono tra le migliori location scelte a livello internazionale per matrimoni da favola. Non si può dimenticare, inoltre, che a Putignano c’è il centro più famoso di produzione di abiti da sposa italiani.

Ci sarà anche la mostra fotografica «I Colori di Puglia. Storia, Fede e Tradizioni», curata da Vincenzo Catalano: uno straordinario reportage agroalimentare connesso alla storia, alla fede e alle tradizioni del territorio pugliese, seguendo l’evolversi e i colori delle stagioni.

Quanto a Nikolart, dopo l’evento multidisciplinare realizzato nel maggio 2016 a Bari,in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bari, altre associazioni e partner istituzionali, la Fondazione Nikolaos realizzerà anche a Stettino un ricco programma di eventi, con un percorso artistico e culturale di grande attrazione per tutti i visitatori. L’evento multidisciplinare, alla sua seconda edizione, anticipa una serie di appuntamenti che porteranno il valore delle produzioni in un tour itinerante europeo. Dopo Stettino, toccherà a Sofia, Mosca, Amsterdam, tutte accomunate dal culto nicolaiano. L’obiettivo di questa impresa culturale è la costituzione di una piattaforma europea che sia base di lancio per scambi di pratiche artistiche e culturali con particolare attenzione alle tradizioni nicolaiane.

Tra le attività culturali realizzate a Stettino, dal 18 al 29 ottobre 2016 vi sarà la presentazione di abiti d’epoca pugliesi di varie epoche, curata da Tommaso Lagattolla e organizzata in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bari, nella sede dell’Istituto Culturale Zamek, all’interno del Castello dei Duchi di Pomerania.

Nella Chiesa di San Nicola di Stettino vi sarà la mostra fotografica «Fiat Lux», a cura di Vincenzo Catalano, un reportage dedicato ai luoghi nicolaiani e alla traslazione delle ossa del Santo.

In ultimo, nell’Istituto Culturale Zamek, il 19 ottobre 2016, vi sarà un concerto coordinato dalla pianista e musicologa Adriana De Serio: l’artista, al pianoforte, accompagnerà i soprani Marilena Gaudio e Raffaella Montini, e il tenore Carlo Monopoli.

Fonte: Ufficio stampa Fondazione Nikolaos

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO