Bari: documenti falsi, arrestati due iraniani

0
562

Due fratelli iraniani sono stati arrestati dalla Polizia di frontiera nel porto di Bari dopo essere sbarcati da un traghetto proveniente dalla Grecia. Erano in possesso di documenti d’identità falsi; con loro viaggiavano una donna, moglie di uno dei due, e i figli di 4 e 6 anni della coppia. La donna e i bambini sono stati affidati al Comune di Bari. I due fratelli sono in carcere con le accuse di documenti falsi e ricettazione.

Nell’udienza di convalida degli arresti, hanno raccontato il loro viaggio dall’Iran, iniziato mesi fa, per raggiungere parenti in Germania, dicendo di aver raggiunto la Turchia da dove, a bordo di una imbarcazione di fortuna, hanno raggiunto la Grecia. Qui hanno incontrato alcune persone, di cui non hanno fornito generalità, che hanno consegnato loro i documenti per imbarcarsi per l’Italia al costo di 2.500 euro ciascuno. Le carte d’identità sono risultate rubate a Nocera Inferiore (Salerno), modificate con foto e nomi falsi e recanti il timbro del Comune di Bologna.

Fonte Ansa

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO